04.07.12. u 14:54

Pola: Incontro nell’ambito del progetto Donne d’europa nella Rete per lo sviluppo rurale

Nell'ambito del progetto Donne d’europa nella Rete per lo sviluppo rurale e organizzato dal Centro regionale per i pari diritti di Zagabria, si è tenuto a Chersano, il 28 giugno 2012 presso la trattoria „Stare staze“,  un incontro il cui obiettivo era quello di avviare un dialogo sulla questione delle donne che vivono nelle zone rurali della Regione Istriana, presentando le esigenze, la prospettiva e gli interessi delle donne di questi luoghi. 

La situazione generale dell'Europa sud-orientale per quel che concerne lo sviluppo rurale e la partecipazione delle donne a questo sviluppo, è molto precaria. Incontri di questo genere hanno l'obiettivo di contribuire a una migliore visibilità della problematica delle donne negli ambienti rurali, poiché non esistono ancora chiari indici socio-economici dello stato odierno nelle zone rurali, in particolare della posizione delle donne nelle zone rurali della Croazia.
 
La situazione è migliore nell'ambito della partecipazione delle donne alla vita politica, anche se la loro presenza nella politica locale dei paesi dell'Europa sud-orientale è ancora sempre molto bassa e varia dall'1 al 5 %, queste le parole di Mary Anne Rukavina Cipetić, rappresentante del Centro regionale per i pari diritti. Ha sottolineato inoltre che gli ostacoli, che le donne devono affrontare in tutti gli aspetti della vita politica e pubblica ma anche quella di famiglia/privata, sono molto più complessi nelle zone rurali.

L'obiettivo di questi incontri è di contribuire a migliorare la partecipazione delle donne allo sviluppo rurale e al loro rafforzamento in sette paesi dell'Europa sud-orientale e dare un impulso per comprendere meglio la situazione attuale delle donne che vivono in questi luoghi.

All'incontro è stato anticipato che nell'ambito del progetto sarà avviata l'iniziativa denominata “Le donne nello sviluppo rurale di sette paesi della Regione”, nella quale saranno coinvolte anche le rappresentanti delle zone rurali della Regione Istriana. Quest'iniziativa è molto importante perché si tratta della prima iniziativa sia questi luoghi, sia Europa.
È stato anche presentato l'avvio della rete Donne nello sviluppo rurale dell'Europa sud-orientale – SEE WoRD, alla quale aderiranno anche le rappresentanti provenienti dalla nostra regione.

Oltre ai membri del Comitato progettuale, l'incontro è stato appoggiato anche da Viviana Benussi, Vicepresidente della Regione e Presidente della Commissione regionale per i pari diritti che ha anticipato l'approvazione del Piano d'azione per l'attuazione delle misure della Politica nazionale per i pari diritti, nel periodo dal 2011 al 2015, nel quale una delle priorità sarà proprio il miglioramento delle nozioni e della coscienza sulla posizione delle donne nelle zone rurali.

Jasna Jaklin Majetić, Presidente della Camera di commercio croata – Camera regionale di Pola, ha parlato dell'importanza e del contributo che le donne imprenditrici provenienti dalle zone rurali hanno dato allo sviluppo rurale dell'Istria e delle iniziative di sostegno nello sviluppo dell'imprenditoria femminile. Alle partecipanti si è rivolta anche Eni Modrušan, Vicesindaco di Albona, Presidente della Commissione per i pari diritti della Città di Albona, che ha organizzato questo incontro importante.

All'evento hanno partecipato anche le titolari di attività artigianali che promuovono gli antichi mestieri, le imprenditrici e le donne che lavorano nell'agriturismo, le rappresentanti degli enti per il turismo, le componenti della Commissione regionale per i pari diritti, le rappresentanti della società civile e dell'ufficio all'amministrazione statale nella Regione Istriana.