05.07.12. u 07:29

Si è tenuto il secondo incontro della Commissione regionale per i pari diritti

Il giorno 2 luglio 2012, nei vani della Regione Istriana, si è tenuto il secondo incontro della Commissione regionale per i pari diritti.

La Commissione ha precedentemente realizzato la Proposta del Piano d'azione per l'attuazione delle misure di politica nazionale nell’ambito delle pari opportunità per il periodo dal 2011 al 2015, approvata a quest’incontro. Il Piano d'azione sarà trasmesso all'Assemblea della Regione Istriana per la relativa approvazione.
Oltre alla Vicepresidente della Regione, e Presidente della Commissione Viviana Benussi, all’incontro hanno partecipato Branka Žužić, Jadranka Černjul, Jelena Vitasović, Vera Radolović, Ružica Mitrović Maurović, Denis Sgagliardi e la rappresentante della Fondazione per la promozione del partenariato e lo sviluppo della società divile Ines Dojkić, come sostegno operativo nell'attività della Commissione.

La cornice per l'emanazione del Piano d'azione sono due documenti strategici basilari della RC – la Legge sulle pari opportunità e la Politica nazionale per le pari opportunità - il cui obiettivo principale è quello di combattere la discriminazione delle donne e instaurare una vera parità di sessi grazie all'attuazione della politica delle pari opportunità.
Lo scopo principale di questo Piano d'azione è di presentare una cornice per l'azione della Commissione regionale nella realizzazione dei compiti programmatici, ma anche una cornice per creare la politica locale nell'ambito dei pari diritti e delle misure che non sono di competenza della Commissione regionale.

L'obiettivo del Piano d'azione è di aumentare il livello di coscienza sull'importanza di rispettare e migliorare i diritti umani delle donne, promuovere l'attivismo delle donne, prevenire la discriminazione delle donne, creare i presupposti affinche uomini e donne abbiano le stesse opportunità per realizzare i loro diritti e un equo profitto per i risultati ottenuti.

Il nuovo documento strategico contiene le scadenze quadro previste per l'attuazione delle misure, i responsabili e corresponsabili delle attività, mentre nella realizzazione delle attività saranno coinvolti numerosi fattori come le commissioni cittadine, le organizzazioni della società civile, le unità d'autogoverno locale, le istituzioni educativo-istruttive, le istituzioni scientifiche...

Tutte le misure del piano d’azione sono classificate in base a sette campi basilari d’azione: la promozione dei diritti umani delle donne e le pari opportunità, le pari opportunità nel mercato del lavoro, l’istruzione sensibile al genere, l’equità nel processo decisionale nella vita politica e pubblica, la lotta alla violenza sulle donne, la politica internazionale e la cooperazione, nonché i meccanismi istituzionali e i modi d’agire.

L’incontro si è quindi concluso con l’approvazione di questo nuovo documenti strategico della regione Istriana e con un’anticipazione che riguarda la celebrazione della Giornata nazionale della lotta alla violenza sulle donne il 22 settembre 2012.