07.12.16. u 14:15

25. anniversario di fondazione dell'Unione Italiana

La Vicepresidente della Regione Istriana Giuseppina Rajko oggi partecipa a Roma alla celebrazione del 25o anniversario di fondazione dell'Unione Italiana e al 20o anniversario della firma del Contratto fra la Repubblica di Croazia e la Repubblica Italiana sui diritti delle minoranze. Si tratta di due ricorrenze importanti, in particolare nel contesto della minoranza italiana presente in Istria, ma anche in tutta la Croazia. Proprio grazie a un lavoro intenso dell'Unione Italiana in Croazia, negli scorsi 25 anni è stata instaurata una buona collaborazione e amicizia fra i due popoli. Nel corso dell'evento solenne è stato sottolineato che l'Unione, attraverso le istituzioni come le scuole, le società culturali e le comunità nazionali, ha contribuito significativamente all'arricchimento del pluralismo e del dialogo interculturale in Istria, nel Quarnero e in Dalmazia.

La Vicepresidente della Regione ha espresso il suo contento per essere presente alla solennità affermando che proprio l’Istria è famosa per la sua multiculturalità e l’alto livello raggiunto nel rispetto dei diritti delle minoranze. La Vicepresidente Rajko ha inoltre ricordato che la Regione Istriana è stata la prima in Croazia a includere nel proprio Statuto il bilinguismo – la lingua croata e quella italiana sono equiparate nell'uso ufficiale per quel che concerne il lavoro degli organi regionali nell'ambito dell'autogoverno locale.  La Regione è inoltre stata l’unica ad aver approvato la Dichiarazione sulla tutela delle strutture programmatiche delle scuole medie superiori italiane in Istria.

L’Unione Italiana fu fondata il 16 giugno 1991 a Fiume, mentre il Contratto fra la Repubblica di Croazia e la Repubblica Italiana sui diritti delle minoranze fu firmato il 5 novembre 1996 a Zagabria.