26.09.16. u 15:34

Il Presidente Flego alla 12a Conferenza europea delle regioni e delle città

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego partecipa il 25 e 26 settembre alla 12a Conferenza europea delle regioni e delle città, che avrà luogo a Salisburgo. Il tema centrale della conferenza è „La sostenibilità nelle regioni e nelle città d'Europa“, e verte sulle questioni attuali sull'integrazione sostenibile, la gestione sostenibile dell'acqua e del terreno e la conservazione del patrimonio culturale e storico.

La Conferenza europea delle regioni e delle città che si tiene ogni anno ed è organizzata dall'Istituto delle Regioni d'Europa (IRE), raduna all'incirca 300 rappresentanti del settore politico e d'affari, provenienti da diverse regioni europee.

Secondo il Presidente Flego la conferenza era molto costruttiva, in particolare riguardo alle questioni d'interesse comune, come l'integrazione degli immigranti in Europa.

„Le sfide oggi presenti dinanzi all'Unione Europea, richiedono dai loro paesi membri una sinergia ancora più forte e una maggiore collaborazione ed è questo l'obiettivo della Conferenza europea delle regioni e delle città“, ha sottolineato il Presidente Flego, continuando inoltre a parlare dell'importanza del patrimonio culturale la cui conservazione contribuisce alla promozione del turismo sostenibile.

L'Istituto delle Regioni d'Europa (IRE) è una piattaforma per comuni, regioni e imprenditori di tutta Europa che ha l'obiettivo di evidenziare l'importanza crescente delle regioni e dei comuni nella politica europea e nello sviluppo economico. La sede dell'IRE è a Salisburgo (Austria), ed è stato istituito il 10 dicembre 2004. La Regione Istriana è una delle regioni cofondatrici.

Attraverso le sue attività e iniziative l'IRE sostiene il decentramento e la regionalizzazione e garantisce uno studio esperto per rafforzare i relativi processi. Oltre alla promozione e allo studio del regionalismo, l'obiettivo dell'IRE è la messa in rete di varie regioni, città, istituti scientifici ed economici in tutta Europa. A questa rete imparziale senza scopo di lucro, partecipano più di 125 regioni, città e comuni provenienti da 20 paesi europei.