29.09.16. u 13:10

Ricevimento per la campionessa paralimipica Mikela Ristoski

Si è tenuto oggi nella sede della Regione Istriana a Pola un ricevimento solenne del Presidente della Regione Istriana Valter Flego e del sindaco polese Boris Miletić per l'atleta Mikela Ristoski, che alle recenti Paralimpiadi di Rio De Jainero ha vinto la medaglia d'oro nel salto in lungo. Al ricevimento erano presenti anche l'allenatore di Mikela Danijal Temin e il Presidente e Segretario della Comunità sportiva della Regione Istriana Anton Peruško e Dario Koraca.

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego ha fatto gli auguri alla campionessa per questo grande successo a Rio e subito all'inizio ha dichiarato che la Regione e la Città di Pola hanno deciso di donare a Mikela 25 mila kune.

„Sappiamo quanto impegno, energia e denaro siano necessari per ottenere risultati di questo genere. Questo è un piccolo segno di ringraziamento per tutto quello che tu stai facendo nella promozione dell'Istria e della Croazia. Con i tuoi ottimi risultati nell'atletica hai dato un forte contributo allo sport istriano e alla popolarizzazione dello sport delle persone con invalidità“, ha sottolineato il Presidente Flego, aggiungendo che Mikela ha inorgoglito l'intera Regione e ha espresso l'augurio che manterrà la sua energia positiva e battagliera anche alle prossime gare sportive.

Secondo le parole del Presidente Flego, la Regione Istriana ormai da anni, nell'ambito delle sue possibilità previste dal bilancio, sta cercando di migliorare le condizioni di lavoro dei nostri atleti e aiutarli a continuare la serie di successi sportivi. „La storia di vita come quella di Mikela, con gli successi e i risultati come i suoi, devono rappresentare per tutti noi un'ulteriore motivazione in quello che stiamo facendo“, ha concluso il Presidente della Regione Istriana.

Agli auguri si è associato anche il Sindaco di Pola che ha sottolineato che Pola nonostante abbia solo 67 mila abitanti, ha un gran numero di sportivi eccellenti.

„Le persone come Mikela rappresentano un modello per gli altri giovani a occuparsi di sport e a condurre una vita attiva e sana. Loro sono un esempio a tutti che dimostra che l'impegno e la costanza vengono premiati“, ha dichiarato il Sindaco Miletić dimostrandosi soddisfatto perché Pola sta cercando di investire nelle strutture sportive, pensando in particolare alla pista atletica a Veruda.

A nome della Comunità sportiva della Regione Istriana il suo presidente Anton Peruško ha fatto i complimenti a Mikeli aggiungendo che questi risultati eccellenti sono il frutto del suo amore per lo sport. Ha inoltre sottolineato il merito del suo allenatore Danijal Temin per le medaglie finora vinte.

Dopo aver ringraziato la Regione e la Città di Pola per il ricevimento, Mikela Ristoski ha espresso la sua immensa soddisfazione per il risultato ottenuto a Rio e la speranza che alle prossime gare di Tokio nel 2018 migliorerà ulteriormente il suo risultato.

In segno di augurio per il grande successo, il Presidente Flego e il Sindaco Miletić hanno consegnato a Mikela vari doni.

Alle Paralimpiadi di Londra di quattro anni fa, Ristoski aveva vinto il terzo posto, mentre a Rio, grazie a un salto da record di 5.79 metri, ha vinto l'oro e ottenuto il proprio record personale. La campionessa mondiale in salto triplo (11,67m) e vincitrice dell'oro all'ultimo Campionato mondiale a Doha, la Ristoski è arrivata a Rio come una delle favorite, poiché nella capitale del Qatar ha vinto l'argento nel salto in lungo. Alle ultme Paralimpiadi di Londra nel 2012 la Ristoski aveva vinto il bronzo, e ora ha ottenuto il risultato della carriera.

Nel settembre del 2012 ha ricevuto lo Stemma della Regione Istriana per il successo ottenuto ai giochi olimpici e paralimpici di Londra e per la promozione della Regione Istriana. Nel 2011 ha inoltre ricevuto lo Stemma della Città di Pola per i meriti nello sport. Nel febbraio del 2016, quale vincitrice della medaglia d'oro nel salto triplo e d'argento nel salto in lungo, al Campionato mondiale di Doha Mikela Ristoski fu eletta dal Comitato paralimpico croato la migliore atleta croata con invalidità per il 2015.