30.09.16. u 15:41

Il Presidente Flego a proposito del primo semestre: Abbiamo realizzato con successo la maggior parte degli obiettivi

All'ordine del giorno della 34a seduta dell'Assemblea della Regione Istriana prevista per lunedì, ci sarà la Relazione semestrale sull'attuazione del Bilancio della Regione Istriana per il 2016 e la Relazione sul lavoro svolto dal Presidente della Regione Istriana per il periodo dall'1 gennaio al 30 giugno 2016. Ne ha parlato oggi il Presidente della Regione Istriana Valter Flego alla conferenza stampa tenutasi nella sede della Regione Istriana a Pola.

Il primo semestre, secondo le parole del Presidente Flego, è stato segnato da condizioni sfavorevoli e da una situazione politica instabile nel Paese. La Regione Istriana ha comunque continuato a realizzare i progetti e programmi di sviluppo pianificati. La maggior parte dei mezzi del bilancio, precisamente il 45% sono stati impiegati nella sanità e nell'assistenza sociale, mentre il 21% nell'istruzione e nello sport.

La relazione semestrale sull'attuazione del Bilancio della Regione Istriana per il 2016 è stata pianificata in modo reale: lo dimostrano le entrate e gli introiti complessivi, come pure le uscite e le spese della Regione Istriana e dei suoi fruitori del bilancio. Il Presidente Flego ha ricordato che il Bilancio per il 2016 è stato realizzato in base a una nuova metodologia del Ministero delle finanze e vi sono state annoverate le entrate e le uscite di tutti i fruitori regionali del bilancio.

Le entrate e gli introiti complessivi realizzati sono 234.955.827,78 kn, pari al 41,2% del piano e del 62,9% superiore rispetto al semestre esaminato nella relazione dell'anno scorso. Le uscite e le spese ammontavano a 210.752.482,01 kune, che costituiscono il 37% rispetto al piano e il 60,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le uscite e le spese per la Regione Istriana ammontano a 86.062.908,66 kn (40% dell'attuazione), e per i fruitori del bilancio 124.689.573,35 kn (60% dell'attuazione).

Un miglioramento delle tendenze nell'economia si riflette nel miglioramento della riscossione delle entrate dalle imposte e dalle sovrimposte sul reddito che sono superiori del 16,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso“, ha sottolineato il Presidente Flego concludendo che il Bilancio, nel periodo compreso dalla relazione, era stabile e garantiva una gestione responsabile dell'amministrazione regionale, una soluzione rapida e qualitativa degli incarichi, l'accesso alle informazioni e l'apertura e la trasparenza del lavoro.

Parlando dei progetti più significativi nei primi sei mesi, il Presidente Flego ha parlato della realizzazione del credito per la costruzione e l'ampliamento delle case per anziani, la continuazione dei lavori all'Ospedale generale di Pola, il progetto di allestimento delle spiagge in tutta l'Istria e l'approvazione del nuovo Piano d'assetto territoriale e la vittoria dei cittadini dell'Istria per quel che concerne la risorsa energetica per la CT Fianona C.

Come prima, la priorità era uno sviluppo equilibrato territoriale e settoriale. Tenendo presente questo obiettivo ho promosso l'istituzione del Fondo per lo sviluppo uniforme dell'Istria, e abbiamo collaborato intensamente con le città e i comuni alla preparazione dei progetti europei“,  ha detto il Presidente Flego.

Il Presidente Flego si è soffermato anche su alcuni altri progetti per singoli campi. Per quel che concerne l'economia, ha parlato dell'assegnazione dei sussidi per lo sviluppo dell'imprenditoria nella Regione Istriana, come pure la nuova linea di credito per imprenditori con il tasso d'interesse più basso sul mercato e un potenziale di credito di 30 milioni di kune. Ha inoltre parlato dell'approvazione del Master plan per lo sviluppo del turismo fino al 2025 che aumenterà ulteriormente la competitività e la qualità del turismo istriano. Un altro fattore importante è anche il Fondo per lo sviluppo dell'agricoltura e dell'agriturismo dell'Istria con quasi 18 milioni di kune destinati agli agricoltori e pescatori istriani per finanziare le loro attività.

Abbiamo lavorato intensamente anche sulla preparazione e la candidatura di nuovi progetti per il programma di cooperazione d'oltreconfine ITA-HR che dovrebbe essere aperto fra un mese“, ha detto il Presidente Flego continuando:

La Regione Istriana ha continuato con gli investimenti nell'infrastruttura e nei progetti di efficacia energetica come la conclusione dei lavori sul rinnovo energetico della scuola dell'infanzia Tičići e della SE Rivarella a Cittanova, e la conclusione dei lavori sul nuovo sistema di riscaldamento della Scuola dell'infanzia Grdelin a Pinguente. Stanno inoltre volgendo a termine i lavori di costruzione del CRGR Kaštijun“.

Per la sanità e l'assistenza sociale, oltre che la costruzione del nuovo Ospedale generale di Pola e al progetto di ampliamento e costruzione delle case per anziani a Pola, Cittanova, Arsia e Rovigno, la Regione Istriana ha stanziato più di un milione di kune per l'adattamento e l'ampliamento del servizio di Pronto soccorso di Umago. Sono stati effettuati anche tutti i preparativi per il progetto di costruzione della farmacia e della Casa della salute a Dignano.

„Si è investito molto anche nei giovani, nell'istruzione e nella scienza. Abbiamo assegnato 40 nuove borse di studio agli studenti regolari per un importo mensile di 1.100,00 kn, è stato continuato il progetto d'implementazione dello Studio della storia e della cultura del territorio che attualmente si sta svolgendo in 24 scuole elementari dell'Istria, è stato aperto il centro per la robotica pratica di Pola, è stato rinnovato il campo di gioco ed è stata costruita la nuova caldaia del Liceo di Pola“, ha elencato il Presidente Flego.

Parlando invece dell'identità regionale e della cultura, ha ricordato che la Regione ha stanziato 300 mila kune di aiuti alla casa editrice EDIT, l'attuazione del concorso Istrapedia e l'apertura della prima biblioteca bosniaca nella Regione Istriana, precisamente a Pinguente.

Nei primi sei mesi, è stata rilevante anche l'apertura della neo allestita Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana che da Rovigno è stata trasferita a Valle, creando ulteriori presupposti per uno sviluppo policentrico e armonico dell'Istria“, ha sottolineato il Presidente Flego. È stato inoltre presentato il Bilancio in breve per il 2016, mentre lo Stemma della Regione Istriana è stato assegnato alla 119a e alla 154a brigata dell'Esercito croato. La Regione Istriana ha sostenuto anche il progetto di rinnovo della Torre dell'acquedotto a Vukovar, quale simbolo dell'unità croata.

In conclusione, il Presidente Flego ha dimostrato la sua soddisfazione con il primo semestre, realizzando la maggior parte degli obiettivi, come pure con gli ottimi indici di successo.

Molte città dell'Istria sono state proclamate le migliori per la vita e gli affari; gli imprenditori istriani hanno realizzato il massimo dei proventi nell'anno scorso in Croazia, mentre secondo l'indice della potenza economica nelle regioni, rilasciato dalla Camera di commercio croata, la Regione Istriana è la seconda dopo la Città di Zagabria. Un risultato delle misure attuate nell'economia è sicuramente anche il calo della disoccupazione in Istria che verso la fine del 2016 era diminuita di addirittura il 43% rispetto allo stesso periodo nel 2013 e la metà della media croata“, ha detto il Presidente Flego aggiungendo:

Nel periodo a venire continuiamo a investire in un'infrastruttura di qualità, con gli incentivi nell'economia, la preparazione e la candidatura dei progetti UE e in generale con uno sviluppo equilibrato dell'Istria intera affinché tutte le nostre attività migliorino la vita complessiva dei cittadini dell'Istria“.