13.07.16. u 12:54

Si è tenuto in uncontro sul tema della messa in funzione del radar Monte Kope

Si è tenuto oggi nella sede della Regione Istriana a Pola un incontro sul tema della messa in funzione del radar Monte Kope. All'incontro erano presenti il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, il Ministro del turismo Anton Kliman, il direttore del Controllo croato della navigazione aerea Dragan Bilać, il capo dell'Amministrazione regionale della Regione Istriana Valerio Drandić, l'Assessora al turismo Nada Prodan Mraković, il responsabile del Settore del traffico aereo presso il Ministero della marina, del traffico e dell'infrastruttura Dinko Staničić e i rappresentanti dell'impresa spagnola Indra, esecutori dei lavori al radar Monte Kope.

All'inizio dell'incontro il Presidente Flego ha augurato agli ospiti spagnoli il benvenuto e ha presentato brevemente la regione come la più naturalistica nello stato, esprimendo la sua soddisfazione per la realizzazione del progetto del radar Monte Kope, del valore di 11 milioni di kune.

Parlando del valore dell'investimento, il Presidente della Regione Istriana ne ha sottolineato l'importanza per l'Istria e l'intera Croazia per quel che riguarda una maggior sicurezza dello spazio aereo, ma anche per il fatto che il numero di aerei che atterrano in Istria è in costante crescita. Flego ha aggiunto che il progetto combacia perfettamente con il Master plan di sviluppo del turismo istriano e con il Master plan di sviluppo dell'Aeroporto.

Anche il Ministro del turismo Anton Kliman ha posto l'accento sull'importanza della sicurezza nel settore turistico e la reputazione della Croazia quale destinazione sicura.

“Con progetti di questo genere riusciremo sicuramente a ricevere un numero più elevato di voli sul nostro Aeroporto di Pola, ma anche negli aeroporti di Fiume e Zara e attireremo i turisti provenienti da destinazioni più lontane“, ha sottolineato il Ministro Kliman aggiungendo che non esiste buon turismo senza una buona infrastruttura che garantisce un traffico aereo sicuro.

Secondo il direttore della Controllo croato del traffico aereo (Hrvatska kontrola zračne plovidbe) Dragan Bilać si tratta del radar secondario più moderno e tecnologicamente avanzato che emana radiazioni molto più basse di quelle prescritte dal regolamento, garantendo allo stesso tempo un servizio di alta qualità. Bilać ha inoltre affermato che il servizio del traffico aereo in Croazia è in continua crescita.

Il Controllo croato del traffico aereo (Hrvatska kontrola zračne plovidbe), quale impresa di proprietà dello Stato, impiega più di 700 dipendenti ed è il terzo esportatore di servizi in paese e la maggior  parte dei suoi servizi sono per le compagnie aeree straniere. Al termine dell'incontro, Bilać ha sottolineato che la messa in funzione del radar Monte Kope ha coronato un lavoro triennale nel corso del quale hanno goduto di un forte appoggio della Regione Istriana, del Governo della Repubblica di Croazia e del Ministero della difesa.

 Dopo l'incontro, i partecipanti hanno visitato il radar e la stazione radar a Monte Kope, messa in funzione due mesi fa.