25.04.16. u 12:56

Presentato il progetto dell'Insegnamento della storia e della cultura del territorio alle Giornate dell'educazione prescolare

Si sono tenute a Medolino dal 20 al 22 aprile le Giornate dell'educazione prescolare, un convegno scientifico internazionale della durata di tre giorni sul tema del Modelli moderni di lavoro nelle scuole dell'infanzia e le competenze degli educatori. Al programma, ricco di conferenze e presentazioni hanno partecipato esperti della Croazia, Slovenia, Italia e Voivodina.

„Istra u očima djece - l`Istria negli occhi del bambino“, è il titolo della presentazione che ha introdotto ai presenti il progetto di istituzionalizzazione dell'insegnamento della storia e della cultura del territorio nella Regione Istriana.
La direttrice del „Dječji vrtić-Scuola dell'infanzia Rin Tin Tin“ Tamara Brussich e la direttrice delle Scuole dell'infanzia polesi Mariza Kovačević hanno presentato l'idea base sull'insegnamento della storia e della cultura del territorio, nata dalla variopinta e multiculturale identità istriana, dalla ricchezza compresa nella piccola-grande Istria che conserva e cura la traduzione, gli usi, i dialetti, la flora, la fauna e l'intero patrimonio storico.

Questa idea è compresa nella Strategia culturale istriana 2014-2020, documento basilare che definisce gli obiettivi concreti dello sviluppo culturale della Regione Istriana.

Grazie all'insegnamento della storia e della cultura del territorio, i bambini conosceranno tutte le caratteristiche estetiche, culturologiche, pratiche e scientifiche di quello che li circonda, approfondendo così le nozioni sul patrimonio culturale e la cultura dell'Istria.

L'obiettivo del progetto è di istituzionalizzare l'identità istriana per conservarla, ossia introdurre l'insegnamento della storia e della cultura del territorio e la cultura della tradizione negli istituti prescolari e nelle scuole elementari e medie superiori sul territorio della Regione Istriana, mantenendo così la ricchezza regionale.

Dell'insegnamento sui valori del patrimonio culturale ai più giovani, della promozione della comprensione e del rispetto dei popoli e delle culture che nella storia hanno vissuto sui nostri territori, ha parlato la direttrice dell'Agenzia culturale istriana Aleksandra Vinkerlić.

Avvicinare ai bambini la cultura ha l'obiettivo di sensibilizzare ed educare nuove generazioni a scoprire, amare e lavorare alla conservazione del patrimonio culturale locale, perché solo chi conosce la propria cultura, può prendersi cura di essa, coltivarla e conservarla.

L'incontro è stato organizzato dalla Scuola dell'infanzia di Medulin e dalla Facoltà per le scienze educativo-istruttive dell'Università Juraj Dobrila a Pola.

Per più informazioni sul progetto consultate il collegamento: http://www.za-nas.hr/zavicajna-nastava