15.10.15. u 15:12

La Regione Istriana ha partecipato a Bruxelles alla manifestazione Open Days 2015 – Settimana europea delle regioni e delle città

I rappresentanti della Regione Istriana con a capo il Presidente della Regione Istriana Valter Flego hanno soggiornato dal 12 al 15 ottobre 2015 a Bruxelles per partecipare alla XIII edizione della manifestazione Open Days 2015 – Settimana europea delle regioni e delle città, alla quale le città e le regioni presentano le loro capacità per creare crescita e posti di lavoro, l'attuazione della politica di coesione dell'UE e dimostrano l'importanza del livello locale e regionale per una buona gestione pubblica nell'UE.

La Regione Istriana era partner del partenariato regionale „Europe of Traditions“ al quale hanno partecipato 12 partner. Il partner principale era la Regione del Veneto, e assieme alla Regione Istriana vi hanno partecipato la Kujawsko-Pomorskie Voivodeship e l'Opolskie Region della, la Nordland county (Norvegia), le Highlands and Islands (UK), la Sterea Ellada Region (Grecia), la Province of Zeeland  (Olanda), le Regioni Basilicata e Lazio (Italia),la City of Braga (Portogallo) e la Province of A Coruña (Spagna).

A Bruxelles nei vani della Regione della Galizia il partenariato regionale ha organizzato mercoledì, 13 ottobre un laboratorio dal titolo „Integrating urban and rural areas: ideas and experiences from European regions“ dove l'Assessora alla cooperazione internazionale e gli affari europei Patrizia Bosich ha tenuto una presentazione sul tema dello sviluppo integrato urbano e rurale nella Regione Istriana. Lo stesso giorno si è tenuto un incontro solenne nei vani della Regione del Veneto dove le regioni partner hanno presentato agli invitati i loro tipici prodotti tradizionali. La Regione Istriana ha presentato in particolare gli insaccati prodotti con la carne del bue istriano.

La Regione Istriana ha partecipato anche al „side event“ degli Open Days, organizzato dalla Regione della Carinzia, dal titolo „Approaching AAA rating in youth employment“. Oltre alla Carinzia e alla Regione Istriana, i partner del „side event“erano la Regione del Friuli Venezia Giulia e la Regione del Veneto, la Città di Fiume, il Warmland, l'ELISAN e la Comunità dell'area linguistica germanofona del Belgio. Le esigenze e i problemi nella Regione Istriana nel campo della collocazione al lavoro e dell'istruzione dei giovani, sono stati presentati da Tamara Kiršić, collaboratrice presso l'Agenzia istriana per lo sviluppo.

Il tema degli Open Days di quest'anno era „Le regioni e città d'Europa – partner per l'investimento e lo sviluppo“ ed era incentrato su tre aree tematiche: 1. „Modernizzare l’Europa”: Le regioni nell’Unione dell’energia e nel Mercato unico digitale , 2. “Regioni aperte al mercato”: sviluppo delle PMI, innovazione e creazione di posti di lavoro, 3. Luoghi e spazi’: Lo sviluppo urbano e rurale; integrazione urbana e rurale.

Nel corso degli anni la manifestazione Open Days è diventata l'evento chiave della politica regionale europea. Ogni anno raduna attorno a 6.000 partecipanti – locali, regionali e nazionali che adottano decisioni ed esperti a più di 100 laboratori e dibattiti, mostre e occasioni per creare dei collegamenti. Nel periodo da settembre a novembre nelle regioni e città dell'Europa si tengono contemporaneamente all'incirca 250 manifestazioni locali.

Gli Open Days sono organizzati dal Comitato delle regioni dell'UE e dall'Amministrazione generale della Commissione europea per la politica regionale e urbana (DG REGIO).