03.09.15. u 14:55

La 119-a brigata al ricevimento tradizionale della Regione Istriana e della Città di Pola

In occasione della celebrazione del 24o anniversario di costituzione della 119a brigata dell'Esercito croato, la Regione Istriana e la Città di Pola hanno organizzato oggi, nella sede della Regione Istriana a Pola un ricevimento per la delegazione di questa formazione militare.

A nome della Regione e del Presidente della Regione, la delegazione è stata accolta dall'Assessore per lo sviluppo sostenibile Josip Zidarić che ha augurato loro il benvenuto in occasione del già tradizionale incontro. Ha menzionato che la Regione Istriana è orgogliosa per l'impegno militare della brigata, come pure per la dedizione con cui essa conserva i ricordi dei suoi sette membri caduti.

La 119a brigata, come prima formazione militare istriana organizzata, è stata costituita il 7 settembre 1991. I suoi membri nella Guerra patriottica hanno partecipato al fronte della Lika e all'azione militare „Oluja “ (Tempesta).

Ai complimenti si è unito il Vicesindaco di Pola Fabrizio Radin, sottolineando che la Regione e la Città di Pola sono sempre pronte ad aiutare quando si tratta di celebrazioni così importanti.

Dopo che Marijan Mužinić ha presentato il programma di celebrazione, i comandanti della brigata hanno ringraziato la Regione per l'ottima collaborazione avuta finora, ricordando il cammino militare della formazione e la reputazione di cui questa oggi gode in Croazia.

Il primo comandante della brigata Branko Bošnjak ha detto di essere contento che nell'anno 1991 abbiano avuto abbastanza forza, saggezza e coraggio per salvare l'Istria dalle devastazioni belliche e che oggi, dopo un intero secolo, Pola è finalmente una città demilitarizzata. Ha aggiunto che i suoi membri non pensavano che, a causa della noncuranza dello Stato, i beni militari versano in uno stato di totale trascuratezza e abbandono.

Il maggiore Roberto Fabris ha sottolineato che la 119a brigata ha lasciato un’impronta importante, e che la gente dalle zone colpite nella guerra di allora si ricorda volentieri dei suoi membri. Si tratta di un impegno impeccabile che può essere motivo di onore per questo territorio, ha detto Fabris, aggiungendo che si sono impegnati al massimo per eseguire i loro compiti e rappresentare l'Istria nel migliore dei modi.

La celebrazione del 24o anniversario di costituzione della 119a brigata si terrà nei prossimi giorni anche nelle altre città dell'Istria. In quest’occasione si visiteranno le amministrazioni delle città di Rovigno e Albona e saranno poste le ghirlande per i membri caduti della 119a brigata. La celebrazione principale si terrà sabato, 5 settembre 2015 con la posa delle ghirlande sulla croce centrale del Cimitero cittadino e sul Monumento ai difensori caduti nel parco di Francesco Giuseppe.