08.09.15. u 14:06

Il Presidente Flego: grazie a un'attività congiunta siamo riusciti a ottenere degli insegnanti di sostegno per l'integrazione degli alunni i Istria

Anche quest'anno gli alunni istriani beneficeranno degli insegnanti di sostegno, grazie al progetto MOZAIK – insegnanti di sostegno per l'integrazione degli alunni in Istria, presentato all'odierna conferenza stampa dal Presidente della Regione Valter Flego.

Secondo il Presidente Flego Il progetto MOZAIK ha avuto pieno successo, e ha ringraziato tutti coloro che hanno dato il loro contributo alla realizzazione e al monitoraggio dello stesso.

„Sono molto contento che anche questo nuovo anno scolastico inizia nel miglior modo possibile, sapendo che per 169 nostri alunni abbiamo trovato 137 insegnanti di sostegno“, ha detto il Presidente Flego aggiungendo che la Regione, quale responsabile del progetto e le città istriane hanno assicurato 2,5 milioni di kune di mezzi a fondo perduto dal Fondo sociale europeo, che era anche il massimo importo raggiungibile. I rimanenti 2.445 milioni di kune verranno stanziati dal bilancio regionale e da quelli cittadini.

„Questo lodevole progetto garantisce anche quest'anno agli alunni più bisognosi un insegnante di sostegno, dando contemporaneamente lavoro a 137 persone disoccupate. Il vantaggio è quindi per tutti. Questo prova ancora una volta che la nostra attività congiunta è una combinazione vincente“, così ha conclusio il Presidente della Regione.

Per l'occasione il Sindaco di Pola Boris Miletić ha detto che l'anno scorso lo Stato non ha garantito i mezzi necessari e di conseguenza il finanziamento del progetto ha gravato sui bilanci degli enti locali.

„Quest'anno siamo più preparati e con ciò è aumentata la dose di sicurezza, sia per i genitori dei bambini con difficoltà nello sviluppo, sia per gli istituti scolastici. Dobbiamo essere consapevoli che nei nostri istituti prescolari già da un certo tempo vengono evidenziati i bambini che avranno esigenze di questo tipo, e facciamo tutto questo affinché i futuri alunni possano imparare più facilmente la materia scolastica e integrarsi nella comunità“, ha detto il Sindaco Miletić, ringraziando ancora una volta la Regione Istriana per il coinvolgimento di tutte le città nel progetto MOZAIK.

Anche il Sindaco di Pisino ha salutato i presenti e ha dichiarato che questo è il secondo anno di fila che sul territorio della Città di Pisino si stanziano i mezzi per gli insegnanti di sostegno. „Partecipando al lavoro del MOZAIK tutti assieme diamo un messaggio valido ai cittadini, che assieme possiamo affrontare tutte le sfide. Sono particolarmente lieto che questa volta si tratta di un progetto che garantirà un'ulteriore qualità alla vita dell'Istria“, ha aggiunto il Sindaco Krulčić.

Il Sindaco di Albona Demetlika ha altrettanto lodato la realizzazione del progetto ringraziando la Regione e le altre città per l'ottima collaborazione. Il progetto dimostra, secondo il Sindaco Demetlika, che l'Istria sta conducendo una politica chiara di sensibilità sociale e aiuta nell'assimilazione dei bambini con difficoltà nello sviluppo.

Alla conferenza stampa erano presenti anche i sindaci di Pinguente, Dignano e Cittanova, i vicesindaci di Umago e Rovigno e l'Assessore all'istruzione, lo sport e la cultura tecnica Patricia Smoljan.

Il finanziamento del progetto MOZAIK è stato approvato nell'anbito dell'invito a recapitare le proposte progettuali del Ministero della scienza, dell'istruzione e dello sport dal titolo „Gli insegnanti di sostegno e i mediatori nella comunicazione per gli alunni con difficoltà nello sviluppo, negli enti educativo-istruttivi di scuola elementare e di scuola media superiore“. Gli insegnanti di sostegno e i mediatori nella comunicazione per gli alunni con difficoltà nello sviluppo nelle istituzioni regolari e speciali di scuola elementare e media superiore nella Regione Istriana, consentono loro di avere una completa integrazione e creare i presupposti per la loro futura azione nella società e l'abilitazione alla vita e al lavoro.

Il Contratto d'assegnazione dei mezzi a fondo perduto è stato firmato a Zagabria il 3 settembre 2015. La Regione Istriana ha presentato il progetto, in collaborazione con i seguenti partner: 6 città (Pola, Rovigno, Parenzo, Albona, Pisino e Umago) e 48 istituti di scuola elementare in Istria.

Il progetto dura 12 mesi, dal 25 agosto 2015 al 24 agosto 2016. Il bilancio complessivo del progetto è di 4.945.458,80 HRK e dal Fondo sociale europeo è stato versato l'importo massimo consentito di mezzi a fondo perduto, pari a 2.500.000,00 HRK. L'importo di 2.445.458,80 HRK viene cofinanziato dalla Regione Istriana e da 6 città, secondo le proporzioni concordate, conformemente alla mole degli insegnanti di sostegno e dei mediatori per la comunicazione assunti negli enti fondati dalle stesse.