10.07.15. u 14:28

Il Presidente Flego:negli ultimi due anni la disoccupazione in Istria è diminuita addirittura del 31,8%

A metà del suo mandato il Presidente della Regione Valter Flego ha commentato all’odierna conferenza stampa gli ottimi risultati attuali.

„ Il nostro modo di lavorare porta a dei risultati: lo dimostra la percentuale di disoccupazione in Istria nel maggio del 2015 che è diminuita addirittura del 31.8% rispetto allo stesso periodo del 2013. L'attuale percentuale di disoccupazione è del 5.6% ed è il tasso più basso della Croazia, e sappiamo che la percentuale di disoccupazione riflette la situazione economica“, ha sottolineato il Presidente Flego aggiungendo che i risultati non sono un caso, ma il risultato di un’amministrazione strategica e di un lavoro responsabile.

Il Presidente Flego ha menzionato una serie di misure economiche e programmi avviati con l'obiettivo di ridurre la disoccupazione e aumentare la qualità di vita in Istria.

„In collaborazione con i comuni e le città ho promosso l’emanazione di 10 misure concrete per aiutare l'economia dell'Istria; per gli imprenditori istriani abbiamo assicurato 8,4 milioni di kune di sussidi statali dal Fondo di garanzia per l'industria della trasformazione, 6,2 milioni di kune dal Fondo per lo sviluppo dell'agricoltura e 8,1 milioni di kune dal Fondo per lo sviluppo del turismo, e ho aperto il Fondo per i progetti dell'UE dal quale i progetti europei vengono cofinanziati “, ha detto il Presidente Flego sottolineando che attualmente la Regione Istriana e le sue agenzie stanno realizzando addirittura 34 progetti pluriennali dell'UE, del valore di 41 milioni di euro.

Nonostante gli ottimi risultati, il Presidente non è del tutto soddisfatto poiché un gran numero di giovani è senza lavoro. Questi ragazzi, studiano e si danno da fare, e non hanno la possibilità di acquisire la prima esperienza lavorativa, oggi indispensabile per essere competitivi sul mercato del lavoro.

„ Proprio per questo abbiamo dato il via a un progetto di grande successo „ Il mio primo lavoro“ per dare la possibilità ai giovani di acquisire la loro prima esperienza lavorativa. Negli ultimi due anni, sul territorio della Regione Istriana, nel settore pubblico e privato, più di 800 tirocinanti hanno svolto questo tipo di abilitazione e questo fatto ha permesso a molti di trovare lavoro nella loro professione“,  queste le parole del Presidente Flego.

La Regione ha inoltre dimostrato la sua sensibilità aprendo i posti di lavoro per  65 assistenti educativo culturali nell'insegnamento attingendo a 3,6 milioni di kune di mezzi a fondo perduto dai fondi dell'UE.

È stato inoltre promosso il progetto „ Ho un'idea“ con il quale sono state stanziate centomila kune di mezzi a fondo perduto per le nuove idee imprenditoriali con l'obiettivo di promuovere le innovazioni e l'eccellenza.

“In condizioni difficili di lavoro, come quelle odierne, abbiamo voluto agevolare i nostri agricoltori fruitori delle linee di credito, a investire nel proprio lavoro. Con questo obiettivo, la Regione Istriana ha concluso l'Accordo di collaborazione d'affari con l'Agenzia croata per la piccola economia, le innovazioni e gli investimenti HAMAG-BICRO“, ha detto il Presidente.

Il Presidente ha inoltre sottolineato di aver rivolto nel proprio lavoro particolare attenzione a tutte le zone dell'Istria, di essere in contatto con tutti i sindaci e di visitare regolarmente le città e i comuni dell’Istria.

„Sono proprio questi incontri di lavoro che consentono di agire insieme, nonché uno sviluppo uniforme dell'Istria costiera e di quella rurale; sin dall’inizio il mio impegno va in questa direzione. Da poco ho promosso l'istituzione del Fondo per lo sviluppo uniforme dell'Istria, per aiutare i comuni dell'Istria, e soprattutto per le UAL che da quest'anno hanno perso lo status di territorio collinare-montano, cioè di territorio sotto tutela particolare dello stato“, ha detto il Presidente Flego.

Per l'anno prossimo ha annunciato l'attuazione del nuovo Piano d'assetto territoriale della Regione Istriana che darà le direttrici per uno sviluppo ulteriore della Regione. Dal Bilancio regionale si continuerà a investire nel turismo, concretamente nei piccoli locatori e per agevolare l'occupazione e l'auto occupazione.

„ L'Istria è un ottimo esempio in cui le città e la regione con misure e politiche concrete possono rappresentare la chiave di uscita dalla crisi. Potete immaginare cosa si potrebbe fare in condizioni di decentramento, se potessimo agire in un ambiente stimolante, e non in quello centralizzato dove tutte le decisioni vengono adottate in un unico posto?!“, ha detto alla fine il Presidente Flego che è sicuro che un maggiore decentramento e una migliore collaborazione tra lo Stato e le unità d’autogoverno locale comporterebbero a una rapida uscita della Croazia dalla recessione e a un enorme progresso economico.