29.08.17. u 14:36

Il Presidente Flego: Con nuove nozioni nella tecnica e la messa in rete del settore pubblico e privato, verso un maggiore sviluppo dell’economia!

„ Oggi la tecnologia da forma alla società e stiamo vivendo in un periodo di creazione di regioni intelligenti e città nel quale c’è una rapida crescita e un’applicazione di nuove nozioni tecniche. Queste rappresentano il futuro e saranno una delle principali forze motrici della crescita tecnologica, economica e sociale dell’Istria e della Croazia“, ha sottolineato il presidente Flego all’odierna conferenza stampa tenutasi al Politecnico di Pola. La conferenza è stata organizzata per presentare le nuove attività dell’università, ossia i traguardi raggiunti quest’estate. Alla conferenza erano presenti il rettore del Politecnico di Pola Davor Mišković, la responsabile dell’Ufficio per la collaborazione internazionale del Politecnico di Pola Tamara Žufić Košara e il presidente del Consiglio d’economia del Politecnico e rappresentante dell’impresa Holcim Alan Šišinački.

Fra le due attività più importanti alle quali ci si è dedicati già da un po' di tempo, e che hanno ottenuto recentemente la conferma del loro successo, secondo le parole del Presidente Flego sono il permesso ottenuto per l'introduzione del nuovo corso di studio di Meccatronica a partire da questo anno accademico e l'approvazione per il progetto europeo DYNAMIC.

„La meccatronica è oggi uno degli indirizzi con più prospettive che ai nostri studenti darà la possibilità di trovare rapidamente un posto di lavoro, mentre attraverso il progetto DYNAMIC consentiremo loro uno studio duale che unisce le nozioni teoriche con quelle pratiche. L'Istria avrà così la possibilità di mantenere persone giovani e talentuose e di creare una sinergia e una rete fra gli istituti superiori e le imprese“, ha dichiarato il Presidente della Regione aggiungendo che questa è già da diverso tempo una tendenza nelle regioni europee sviluppate. „Siamo consapevoli di quanto il sapere e il capitale sotto forma di giovani competenti sia necessario alla nostra economia e per questo motivo investiamo e continuiamo ad appoggiare tutti i progetti di questo genere nell'istruzione. Solo così faremo in modo che gli istituti summenzionati siano dei partner di qualità sia nel settore d'affari che nell'amministrazione regionale e locale“, ha sottolineato il Presidente Flego.

Il rettore Mišković ha dichiarato che il Politecnico sta lavorando continuamente sulla preparazione di nuovi studi e attività che arricchirebbero gli studi stessi e aumenterebbero l'interesse, seguendo le esigenze dell'odierno mercato del lavoro. „La meccatronica si è imposta come una scelta logica del nuovo studio poiché integra le nozioni che già si imparano al Politecnico ed è rivolta alle nuove tecnologie, all'efficacia energetica e alla produzione“, ha dichiarato il rettore del Politecnico di Pola.

Tamara Žufić, responsabile dell'Ufficio per la cooperazione internazionale del Politecnico ha dato informazioni più concrete sul progetto DYNAMIC dichiarando che si tratta di un progetto all'interno del programma Erasmus + del valore di 716.285,00 EUR, che durerà 36 mesi e la cui applicazione inizia già a novembre. I partner del progetto sono, assieme alla Regione Istriana, la Camera croata d'economia Camera regionale di Pola, le imprese Holcim e Uljanik, e molti istituti superiori e imprese europei. „I vantaggi per i nostri studenti saranno una collaborazione più importante con i potenziali datori di lavoro e una posizione d'affari migliore, mentre le imprese avranno la possibilità di scegliere del personale talentuoso e rafforzare la collaborazione con i ricercatori e i relatori“, ha sottolineato la responsabile Žufić Košara.

La collaborazione fra il Politecnico di Pola e l'economia è stata formalizzata attraverso il Consiglio d'economia i cui membri sono costituiti da importanti imprese istriane e partecipano anche alla realizzazione di progetti comuni. Parlando delle esperienze degli stati che già applicano il sistema di studio duale, il presidente del Consiglio per l'economia Alan Šišinački dell'impresa Holcim afferma che gli stati di questo genere sono volti allo sviluppo regionale e al decentramento dell'economia favorendo la liberalizzazione del mercato e accelerando lo sviluppo delle comunità locali. „Il fatto che il progetto DYNAMIC sia il primo progetto nell'istruzione di questo genere che si svolgerà in Croazia, rappresenta un grosso privilegio per la Regione Istriana“, ha sottolineato Šišinački.

„Oggi siamo orgogliosi del successo che hanno la nostra Università degli Studi e il Politecnico, e siamo altrettanto orgogliosi delle tendenze di diminuzione della disoccupazione e della crescita del numero di occupati, e in cima alla struttura del nostro PIL sta proprio la produzione. Per questo motivo dobbiamo continuare a seguire le tendenze sul mercato del lavoro e investire in nuove nozioni necessarie all'economia per essere competitivi come Stato, come Regione e come lavoratori“, ha dichiarato il Presidente Flego.

In conclusione, il rettore Mišković ha invitato tutti gli interessati a presentarsi alle iscrizioni al Politecnico di Pola aperte fino al 26 settembre di quest'anno e ha sottolineato che gli studenti del Politecnico hanno il diritto di usufruire di tutti i servizi del Centro studenti e dell'Università di Pola.