31.08.17. u 14:30

I Cinesi desiderano rafforzare la collaborazione con l'Istria

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego ha ricevuto oggi, nella sede della Regione Istriana a Pola, l'ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese nella Repubblica di Croazia S.E. Hu Zhaoming e collaboratori. Questa è la loro seconda visita in Istria. Al ricevimento erano presenti anche la Vicepresidente della Regione Istriana Sandra Ćakić Kuhar e l'Assessora alla cooperazione internazionale Patrizia Bosich.

All’inizio dell’incontro il Presidente Flego ha presentato i risultati economici e turistici della Regione Istriana, come pure il bassissimo tasso di disoccupazione: „Nonostante il fatto che siamo una piccola regione, con un numero basso di abitanti rispetto alla Cina, in Istria attualmente si trovano 1,5 milioni di turisti, e quest'anno turistico sta andando in un'ottima direzione!“. Ha ringraziato anche per la collaborazione pluriennale con l'ambasciata della RP Cinese, come pure della collaborazione internazionale con le province cinesi e la città di Ningbo che aveva visitato due anni fa con una delegazione istriana.

L'ambasciatore ha ricordato l'appoggio ottenuto dalla Regione Istriana all'ambasciata della Repubblica Popolare Cinese nella Repubblica di Croazia e ha ringraziato in particolare per la collaborazione con tutti gli ambasciatori precedenti.

Il tema principale dell'incontro verteva sulla possibilità e l'ulteriore sviluppo della cooperazione economica, in particolare nel campo dell'export-import reciproco di prodotti, iniziato già dapprima. L'ambasciatore della Cina ha sottolineato che i Cinesi sono diventati grandi consumatori mondiali di prodotti di qualità e per questo motivo esiste un grande interesse per l'importazione di vini istriani, olio d'oliva e altri prodotti nostrani eccellenti.

Parlando dell'aspetto turistico della collaborazione, è stato messo l'accento sul fatto che i turisti cinesi vengono in un numero sempre maggiore a visitare la Croazia e si è parlato di come aumentarne ulteriormente gli arrivi. L'anno scorso ci sono stati centomila turisti cinesi, mentre nella prima metà di quest'anno il numero dei loro arrivi è aumentato del 16%, mentre entro la fine dell'anno è previsto il raggiungimento di centocinquantamila turisti provenienti dalla Cina.

I presenti si sono soffermati in particolare sul grosso potenziale nello sviluppo della cooperazione nel campo del turismo sanitari, quello medico come i servizi della medicina tradizionale cinese in Istria, ed erano d'accordo che ciò attirerebbe ulteriormente i turisti cinesi. Il Presidente Flego ha suggerito all'Ambasciata di inviare quanto prima in via ufficiale una Lettera d'intenti alla Regione Istriana per iniziare a valutare la possibilità di una collaborazione di questo genere.

All'incontro si è parlato anche del prossimo evento, una grande festa che si terrà il 29 settembre nell'Anfiteatro di Pola quando l'Ambasciata della RP Cinese celebra il suo 25o anniversario di istituzione in Croazia e la Giornata nazionale della Cina che ricorre due giorni dopo.

In conclusione, l'ambasciatore cinese ha sottolineato che gli uomini d'affari cinesi sono interessati a creare dei contatti e a parlare con gli esponenti della Regione Istriana, delle opportunità di sviluppo. Per questo motivo, alla fine dell'incontro, il Presidente Flego ha accompagnato l'Ambasciatore cinese e i suoi collaboratori alla Camera croata d'economia – Camera regionale di Pola dove è stato organizzato un incontro con gli uomini d'affari istriani, alcuni dei quali già ora realizzano un'ottima collaborazione con la Cina, per quel che concerne le importazioni e le esportazioni di prodotti istriani e cinesi.