23.06.17. u 15:00

Firmato solennemente l'Accordo di collaborazione sul progetto ''Casa degli affreschi a Draguccio''

Con la firma solenne dell'Accordo di collaborazione sul progetto „Casa degli affreschi a Draguccio“ è iniziata oggi a Draguccio la nuova fase di valorizzazione della Casa degli affreschi da parte dei suoi firmatari – la Regione Istriana (Assessorato cultura e Assessorato turismo), il Comune di Cerreto, l'Ente per il turismo dell'Istria centrale e il Museo storico e navale dell'Istria.

La Casa degli affreschi è stata aperta nei vani della vecchia scuola a Draguccio nel 2015 grazie al progetto Revitas II, che è stato un progetto comune della Regione Istriana e del Comune di Cerreto. Successivamente vi hanno aderito la Regione Veneto e il Ministero della cultura. Poiché il progetto Revitas II si è concluso, la Regione Istriana ha iniziato la firma dell'Accordo con i partner per continuare la storia sugli affreschi dell'Istria e arricchirla ulteriormente.

Come ha sottolineato il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, l'interesse comune di tutti i firmatari dell'Accordo è di rafforzare il legame fra la cultura e il turismo, lo sviluppo e la professionalizzazione del turismo culturale e la promozione e la sostenibilità delle bellezze culturali della Regione Istriana.

„La Casa degli affreschi e l'Accordo che stiamo oggi firmando è un modo particolare di sviluppare un prodotto turistico-culturale ed è un esempio agli altri di come rafforzare il turismo culturale“, ha detto il Presidente Flego sottolineando che anche lo stesso Master plan del turismo della Regione parla del turismo come segmento importante dell'offerta turistica dell'Istria.

„Desideriamo sviluppare un turismo che non dipenda esclusivamente dai mesi estivi e su una costa istriana che ci consenta di piazzarci su nuovi mercati e creare nuovi spunti per l'arrivo dei turisti. Sono certo che la Casa degli affreschi è un valido prodotto turistico-culturale nel quale è valsa la pena investire e attraverso questo Accordo continueremo ad arricchirne l'offerta in un senso ancora più ampio“, ha dichiarato il Presidente Flego aggiungendo che negli ultimi quattro anni solo nella Casa degli affreschi sono stati investiti 2 milioni di kune.

Il Sindaco del Comune di Cerreto Emil Daus ha lodato l'intento di tutti i partner del progetto della Casa degli affreschi di arricchire ulteriormente l'offerta culturale e turistica del Comune di Cerreto ribadendo che la Casa degli affreschi contribuirà significativamente allo sviluppo della ricerca sul patrimonio culturale dell'Istria.

La responsabile della Casa degli affreschi Sunčica Mustač, che opera in una sezione distinta del Museo storico e navale dell'Istria ha presentato numerose attività programmatiche che si svolgeranno nei prossimi due anni e ha sottolineato che la Casa degli affreschi è aperta a tutti i visitatori, mentre la direttrice dell'Ente per il turismo dell'Istria centrale Sanja Kantaruti ha tenuto una presentazione sul tema del turismo culturale dell'Istria centrale.

A conclusione della parte solenne, i partecipanti hanno visitato la chiesa di S. Rocco a Draguccio, guidati dalla responsabile Sunčica Mustač.

L'intento dei partner progettuali è che la Casa degli affreschi a Draguccio operi come Centro per gli affreschi, una sezione a se stante del Museo storico e navale dell'Istria a Pola. La Casa degli affreschi diventerà così un centro per la ricerca, la tutela e la presentazione delle opere murarie sul territorio dell'intera Istria, come una banca dati digitale su tutti gli affreschi e le altre opere d'arte e monumenti di cultura legati alle località con affreschi e come supporto logistico per professionisti e scienziati.