26.06.17. u 15:07

Il Presidente della Regione Istriana ha organizzato un ricevimento per l'ambasciatrice d'Irlanda nella RC

 

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego e il Sindaco polese Boris Miletić hanno ricevuto oggi nella sede della Regione Istriana a Pola, l'ambasciatrice d'Irlanda S. E. Olive Hempenstall. L'ambasciatrice si trova a Pola nell'ambito del festival Bloomsday dedicato allo scrittore irlandese James Joyce, uno degli scrittori più influenti del XX secolo. L'Ambasciata d'Irlanda è il patrocinatore dell'evento.

All'inizio del ricevimento il Presidente Flego ha presentato all'ambasciatrice Hempenstall la Regione e le sue principali branche economiche i successi che questa sta ottenendo nel turismo e l'importanza della multiculturalità in questi luoghi. „L'Istria è la regione più europea della Croazia, sia per i valori che questa promuove, il grado di sviluppo dell'economia, così anche per la collaborazione con numerose regioni europee“, ha dichiarato il Presidente Flego. Flego ha inoltre sottolineato la disponibilità della Regione Istriana a tutte le forme di collaborazione con l'Irlanda, in particolare negli investimenti nell'economia dell'Istria e in un lavoro comune sui progetti UE.

Parlando dello sviluppo di Pola, dai tempi della Monarchia Austro-ungarica quando anche James Joyce soggiornava qui, ai giorni nostri, il Sindaco Miletić ha detto che Pola è oggi una città smilitarizzata e moderna che si sta adoperando a rafforzare le capacità nel traffico marittimo di passeggeri e ha sviluppato molte branche dell'economia, ponendo particolarmente in rilievo la lunga tradizione del cantiere navale polese di Scoglio olivi. „Quando si tratta di turismo, cerchiamo di allungare la stagione turistica di modo che questa duri tutto l'anno e la nostra priorità è di creare dei motivi per visitare l'Istria non soltanto nei mesi estivi“, ha detto il Sindaco polese.

Nel lodare le bellezze dell'Istria e della Croazia, l'ambasciatrice d'Irlanda ha affermato che l'Istria ha sicuramente tutti i presupposti per un'offerta turistica che dura tutto l'anno, in particolare per quel che concerne l'enogastronomia, molto apprezzata dagli Irlandesi. Ha inoltre lodato l'iniziativa della Città di Pola che per il giorno di S. Patrizio i giganti illuminati polesi vengano illuminati di verde. Con ciò l'Istria manderà un forte messaggio di promozione a tutta l'Irlanda.

Oltre al fatto che l'Istria e l'Irlanda sono simili sotto gli aspetti della multiculturalità, della multietnicità e della multiconfessionalità, le lega la sempre maggiore partenza dei nostri cittadini a lavorare in Irlanda. Come hanno detto il Presidente Flego e il Sindaco Miletić, i settori pubblico e privato devono affrontare la sfida per mantenere i giovani in Croazia e prevenire il problema legato alla necessità di trovare forza lavoro competente.

Nel corso dell'incontro si è parlato anche del Brexit che secondo l'ambasciatrice Hempenstall avrà sicuramente influsso sull'economia istriana, poiché lo Stato è un grande esportatore nel Regno Unito. È convinta però che l'Irlanda abbia un'economia abbastanza sviluppata da affrontare queste nuove sfide. Ha aggiunto che per 'Irlanda la via europea sia l'unica corretta da intraprendere, e il Presidente Flego e il Sindaco Miletić si sono dimostrati d'accordo. In conclusione, i presenti si sono impegnati a continuare per la strada dell'amicizia e della collaborazione fra Istria e Irlanda e rafforzarle ulteriormente nel campo dell'economia, del turismo e della cultura.