10.05.17. u 11:18

Si è tenuta la seconda giornata del Festival della multiculturalità

Si è tenuta ieri alla Casa dei difensori croati a Pola la seconda serata del IV Festival della multiculturalità. All'apertura solenne erano nuovamente presenti la Vicepresidente della Regione Istriana Giuseppina Rajko e il Sindaco di Pola Boris Miletić.

„La tolleranza della diversità, il dialogo e la collaborazione sono la base della vita dell'intera società e costituiscono un suolo fertile per i diritti e le libertà dell'uomo. Con quest'orgoglio possiamo dire che l'Istria è il luogo nel quale la gente vive da secoli assieme nella diversità“, ha dichiarato nel suo discorso la Vicepresidente della Regione Rajko.

Ha sottolineato che l'Istria innanzitutto si distingue per i valori basilari che da molti anni coltiviamo e difendiamo, come la multietnicità, la multiculturalità, l'antifascismo e la convivenza e ha ringraziato tutti i partecipanti che hanno impiegato tanto impegno per realizzare il Festival.

Il programma della seconda serata portava il titolo „Pjesmom i plesom kroz bogatu kulturnu baštinu nacionalnih manjina“ (Cantando e ballando attraverso il ricco patrimonio culturale delle minoranze nazionali). Si sono esibite quattordici associazioni che rappresentano le comunità nazionali minoritarie sul territorio dell'Istria; le associazioni hanno presentato il loro lavoro culturale e musicale come parte della tradizione dei paesi d'origine:

LA COMUNITÀ ALBANESE DELLA REGIONE ISTRIANA

Toni e Leon Allakaj di Umago :

1. Brano Flakadane, musica: Mark Gjoka - Testo Fran Lasku

2. Mirsevjen moj pavarsi

LA COMUNITÀ NAZIONALE DEI BOSNIACI DELL'ISTRIA

La solista Jasminka Ikanović seguita dalla fisarmonica di Enver Alagić: ha interpretato due sevdalinke "Moj dilbere" e "Neko tiho ulicom pjevuši"

L'ASSOCIAZIONE ROM DELL'ISTRIA

Il gruppo folcloristico Terne romane luludja e la Skandal band: canzoni e balli popolari rom

IL FORUM CULTURALE MACEDONE

Il gruppo corale ed ensemble „Despina“:

1. „Brala moma kàpini“ (La mamma raccoglieva more)

2.„Go pràtile dedo v planina“ (Hanno mandato il nonno in montagna).

L'ASSOCIAZIONE DEI MONTENEGRINI DI PEROI „PEROJ 1657

Una combinazione di balli e canzoni montenegrini:

1. Oj , radosti , veselosti - staro perojsko pojanje

2. Splet crnogorskih kola

LA SOCIETÀ CULTURALE MACEDONE „SV. KIRIL I METODIJ“

Coro:

1. Pileto mi pee

2. Što imala krsmet Stamena

SAC „BOSNA“

Ballo bosniaco: SARAJEVSKE GRADSKE IGRE

LA SOCIETÀ CULTURALE SLOVENA „ISTRA“

Coro Encijan:

1. Lipa - Miroslav Vilhar e Lojze Lebič

2. Da te mogu pismom zvati - I. Badurina e F. Bilić

LA SOCIETÀ ARTISTICO CULTURALE UNGHERESE „MORICZ ZSIGMOND“

Esibizione del gruppo folcloristico con l'interpretazione del brano: Djevojka sa čardaš nogama

 

Il Festival della multiculturalità è una manifestazione della durata di due giorni che si organizza in occasione della Giornata dell'Europa al fine di promuovere la ricchezza culturale istriana e il rispetto reciproco rafforzando la convivenza, che costituisce una delle basi dell'Unione Europea. I visitatori che erano in un gran numero, avevano l'occasione di conoscere la ricca e variegata creatività culturale, la tradizione, l'offerta eno-gastronomica e gli usi dei numerosi popoli che vivono in Istria.