01.06.17. u 15:08

Il Presidente Flego alle III Giornate dell'allargamento dell'UE

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego ha partecipato ieri a Bruxelles alle III Giornate dell'allargamento dell'Unione Europea, organizzate dal Comitato delle regioni. Si tratto di un forum al quale i rappresentanti dei poteri regionali e locali dei paesi membri, assieme ai comitati consultivi e ai gruppi di lavoro, parlano del concetto di allargamento dell’UE.  Il Presidente Flego, proposto dall'ALDE e approvato dal Comitato delle regioni quale membro del Comitato consultivo misto (Joint Consultative Committee - JCC), ha partecipato anche agli incontri che riguardano l'entrata della Serbia in Unione Europea. Lo JCC è un comitato che segue, indirizza e consulta i potenziali stati membri sul loro percorso verso l'entrata nell'UE; nell’ambito di questo Comitato il Presidente della Regione Istriana è incaricato per la Serbia.

Nel corso degli incontri, ai quali hanno partecipato anche i rappresentanti della Commissione Europea, il team serbo per i negoziati incaricato per i processi di negoziazione e l'apertura dei capitoli, ha sintetizzato i traguardi raggiunti nello scorso anno. Si è parlato inoltre di altri capitoli non ancora affrontati.

Il Presidente Flego ha parlato delle ottime esperienze dell'Istria, in particolare dei valori basilari come il bilinguismo, il multiculturalismo e la multietnicità. Su proposta del Presidente Flego è stato concordato che il prossimo incontro dello JCC sul tema dell'inclusione delle comunità minoritarie in tutte le sfere della società, avvenga quest'autunno in Voivodina, regione che ha stretto un rapporto di gemellaggio con l'Istria.

„Desideriamo migliorare la collaborazione con la regione amica della Voivodina; i fondi dell'UE e i progetti comuni sono un'ottima occasione per questo“ ha detto il Presidente Flego ricordando che l'Istria era la regione croata che ha avuto più successo nell'attingere i mezzi dell'UE nel periodo di preadesione.

Il Presidente Flego ritiene che per il Comitato delle Regioni il ruolo dei rappresentanti locali e regionali nel processo di allargamento sia molto importante. Questi hanno la possibilità di presentare le proprie esperienze, i vantaggi dell'essere membri, come pure di incoraggiare i paesi candidati ad approfittare degli strumenti offerti dall'UE. Per questo motivo il Presidente ha mandato un appello alla Commissione europea per coinvolgere nei negoziati, oltre agli organi statali, anche i poteri regionali e locali più vicini ai cittadini e che conoscono meglio di chiunque altro i loro problemi e le loro esigenze.

„Nel processo di adesione della Croazia all'Unione Europea, proprio questo era il problema principale. Le regioni e le città non erano coinvolte nei processi e non avevano alcune cognizioni sul corso dei negoziati, e neppure di che cosa ciò significhi concretamente per loro. Ora è il momento di rimediare a ciò, usando il caso della Serbia“, ha sottolineato il Presidente Flego, trovando tutti d'accordo, inclusi i rappresentanti della Commissione europea.