10.04.17. u 15:14

Presentato il CD e l'opuscolo „SAM ČULAAA!!! Četvrt stoljeća Šjore Špije"

È stato presentato oggi nella Sala di lettura per pensionati a Pola il CD e l'opuscolo "SAM ČULAAA!!! Četvrt stoljeća Šjore Špije", (HO SENTITOOO!!! Un quarto di secolo di Šjora Špija"), la pensionata che „capisce e vive l'Istria". Accanto al Presidente della Regione Valter Flego, al Sindaco di Pola Boris Miletić e al caporedattore di Radio Pola Bruno Krajcar, alla presentazione erano presenti anche la redattrice Ivona Orlić, l'Assessore alla cultura della Regione Istriana Vladimir Torbica e la direttrice della Biblioteca civica e sala di lettura di Pola.

Il Presidente Flego ha espresso la sua soddisfazione perché il progetto del CD e dell'opuscolo in onore della trasmissione radio Šjora Špija è stato realizzato con successo.

„Sono contento che la Regione Istriana abbia appoggiato questo progetto che sarà indubbiamente un valido ricordo di una trasmissione veramente speciale che riflette la particolarità e la ricchezza dell'Istria. Nel corso degli anni tutti aspettavamo con impazienza la trasmissione perché ci immedesimavamo nei temi di cui parlano Šjora Špija e Bel Moretto. Non esiste un cronachista migliore e più interessante di Šjora Špija e io la ringrazio di questo“, ha concluso il Presidente Flego augurandole tanta salute e tante trasmissioni radio ancora.

Della disponibilità di lavorare al progetto ha parlato la redattrice Ivona Orlić, mettendo in risalto l'importanza di Šjora Špija.

„Šjora Špija è un personaggio politicamente attivo che commenta la politica giornaliera a livello cittadino, regionale e nazionale attraverso il prisma dei pensionati. Špija coltiva delle idee di proletariato, è sempre orientata a sinistra e sta dalla parte degli oppressi, con particolare attenzione ai pensionati. Mantiene il passo col tempo, è sensibile al genere e quindi nominerà sempre le pensionate e i pensionati“, ha dichiarato fra l'altro la redattrice.

L'opuscolo consiste di un libriccino con la parola introduttiva in croato e in italiano nel quale si analizza il lavoro di Špija che dura da venticinque anni, innanzitutto attraverso la trasmissione radio satirica Šjora Špija.

Sono stati stampati anche i testi di 9 canzoni di Špija fra le quali la più conosciuta è „Ja sam penzić gol i bos“ nella quale rivolge un appello al potere di rispettare gli anni di lavoro dei pensionati.