04.12.17. u 15:21

Il Presidente Flego all'VIII Conferenza sulla sussidiarietà

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego partecipa oggi a Vienna all'VIII Conferenza sulla sussidiarietà organizzata dal Comitato delle regioni dell'Unione Europea e dalla Repubblica d'Austria. Poiché il Presidente Flego ormai da anni s'impegna per la sussidiarietà e il decentramento dell'Istria, egli ritiene che sia importante che di questo tema si parli anche a livello europeo.

„Le regioni e le città devono con forze comuni influire sulla Commissione europea affinché quante più leggi abbiano, quale punto di partenza, proprio il principio di sussidiarietà e affinché si influisca sui governi statali affinché si agisca in questo senso. L'emanazione delle delibere dal basso verso l'alto garantisce l'emanazione di decisioni più qualitative ed efficaci che rispondono alle esigenze e alle necessità dei cittadini“, ha detto il Presidente Flego. Esempi di buona prassi nella sussidiarietà si possono trovare in alcuni stati europei e purtroppo molto raramente in Croazia.

„L'attuale ordinamento centralizzato dello Stato ha dimostrato tutta la sua inefficacia. I cittadini a ragione si aspettano dallo Stato dei servizi più qualitativi, mentre il lento sistema centralizzato come il nostro non può garantire questo e non possono svilupparsi economicamente“, sostiene il Presidente Flego parlando dell'Istria come regione che ha dimostrato di poter adempiere al suo compito: essere al servizio dei cittadini, ma anche il motore dello sviluppo economico e sociale.

„Le regioni possono e devono essere portatrici dello sviluppo economico. Il livello regionale e locale hanno più sapere e risorse e conoscono meglio lo stato reale sul loro territorio“ ha concluso il Presidente Flego.

Nel corso del suo soggiorno a Vienna il Presidente Flego ha tenuto una serie di colloqui sul tema della cooperazione comune ai futuri progetti, fra i quali anche con il membro del Senato della Repubblica Italiana Vannino Chiti e il Presidente del Consiglio della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo.

La conferenza ha l'obiettivo di rinforzare il dialogo infra istituzionale dell'Unione Europea per quel che concerne il processo di sussidiarietà e consente un vero scambio d'esperienze ed esempi di buona prassi fra i partecipanti costituiti dai rappresentanti delle città e regioni europee, del Comitato delle regioni, nonché di vari organi statali. La conferenza si tiene ogni due anni.