13.12.17. u 13:47

2 milioni di Euro all'Istria dai Fondi europei

Alla conferenza stampa tenutasi oggi nella sede della Regione Istriana, sono stati presentati i risultati dell'attuazione del Programma INTERREG V-A ITALIA-CROAZIA 2014-2020 sul territorio della Regione Istriana, di cui hanno parlato il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, il direttore dell’Agenzia per lo sviluppo rurale dell’Istria (AZRRI) Igor Merlić, il direttore dell'Agenzia regionale istriana per l'energia (IRENA) Valter Poropat, la consulente professionale presso l'Agenzia istriana per lo sviluppo (IDA) Tamara Kiršić e la f.f. Assessora alla cooperazione internazionale e gli affari europei Ivana Dragišić.

Il Presidente della Regione Istriana ha dichiarato di essere molto soddisfatto dei risultati del concorso relativi all'invito pubblico a consegnare le proposte progettuali „standard+“ dimostratesi molto buone sia per gli organi amministrativi della Regione, che per le agenzie per lo sviluppo, le UAL, gli istituti, le società commerciali e gli altri soggetti giuridici. Come ha detto, solo con questo programma sono stati attirati in Istria complessivamente più di 2 milioni di Euro.

„La Regione Istriana ha candidato 3 progetti, mentre le agenzie IDA, AZRRI e IRENA ne hanno candidato 5 e tutti sono stati approvati per essere cofinanziati grazie a una buona preparazione e a una collaborazione sistematica e continua con i partner italiani“, ha dichiarato il Presidente Flego chiarendo che il bilancio complessivo per la RI e le agenzie per i progetti approvati ammonta a 1.156.861,50 EUR.

Gli altri soggetti giuridici sul territorio della Regione Istriana come le città di Pola, Parenzo, Pisino e Albona, l'Università degli Studi, l'UPA di Parenzo, Tržnica d.o.o. Pola e l'Euroregione adriatico-ionica hanno ottenuto l'approvazione per 8 progetti per un totale di 895.956,50 EUR.

La f.f. Assessora Dragišić ha esposto i dettagli tecnici del Programma dichiarando che questo è rivolto al rafforzamento della ricerca, dello sviluppo tecnologico e delle innovazioni, alla promozione dell'adeguamento ai mutamenti climatici, al miglioramento della prevenzione e alla gestione dei rischi, alla conservazione e tutela dell'ambiente e del patrimonio culturale e un ulteriore sviluppo del traffico marittimo. Il territorio compreso nel programma consiste in 25 province italiane e 8 regioni sulla parte croata dell'Adriatico (Litoraneo-montana, di Lika e Segna, di Zara, Sebenico e Knin, Spalato e Dalmazia, Istriana, Raguseo-narentana e di Karlovac).

Il bilancio complessivo del Programma di collaborazione ammonta a 236.890.847,00 euro. Il tasso di cofinanziamento massimo del Fondo europeo per lo sviluppo regionale è dell'85%, mentre i rimanenti 15% vanno a carico dei partner nel progetto.

Nell'ambito del Programma Interreg V-A Italia – Croazia 2014 – 2020 è in corso l'attuazione della selezione dei progetti, conformemente alle disposizioni dell'invito pubblico a recapitare i progetti „standard“ pubblicato il 21 aprile 2017 e chiuso il 4 luglio 2017. All'invito pubblico menzionato la Regione Istriana, le agenzie per lo sviluppo e le istituzioni sul territorio della Regione, hanno candidato in tutto 41 progetti. 40 progetti hanno soddisfatto le condizioni formali prescritte dalla documentazione concorsuale. I risultati sono previsti nella primavera del 2018.

La consulente professionale Kiršić ha dichiarato che l'IDA ha ricevuto l'approvazione per tutti i 3 progetti candidati. Il loro valore complessivo supera i 3 milioni di euro, di cui l'IDA come partner ha ricevuto quasi mezzo milione di euro.

Il direttore dell'IRENA Poropat ha espresso la sua soddisfazione per il progetto che è stato candidato con successo e riguarda i mutamenti climatici sul territorio istriano e durerà 18 mesi. Poropat ha ringraziato anche la Regione che cofinanzierà gli indispensabili 15%.

L'Agenzia per lo sviluppo rurale dell'Istria, ha detto Merlić, ha ricevuto l'approvazione per il progetto „KeyQ+“ per il quale otterrà 182.300,00 EUR.