Regione Istriana: L'educazione civica da quest'autunno in dieci scuole elementari dell'Istria
20.02.18. u 13:31

L'educazione civica da quest'autunno in dieci scuole elementari dell'Istria

Dal prossimo anno scolastico in dieci scuole elementari dell’Istria inizierà l'introduzione sperimentale dell'educazione civica; è stato annunciato oggi nella sede della Regione Istriana a Pisino, in occasione della firma dell'Accordo di cooperazione sull'introduzione dell'educazione e istruzione civica quali attività extra didattiche nelle scuole elementari. L'Accordo è stato firmato dal Presidente della Regione Istriana Valter Flego, dai Sindaci di Fiume, Pisino e Umago - Vojko Obersnel, Renato Krulčić e Vili Bassanese, e i rappresentanti delle città di Pola, Parenzo e Rovigno.

Secondo le parole del Presidente Flego, noi come comunità abbiamo bisogno di un sistema istruttivo moderno che incoraggerà i nostri figli a riflettere in modo critico e a costruire una società aperta e tollerante. Per questo motivo, ritiene il Presidente Flego, l'attuazione di una completa riforma del curriculum è un processo che va svolto quanto prima.

„Proprio con questo obiettivo, nella Regione Istriana abbiamo iniziato con il processo di introduzione dell'educazione e istruzione civica quale attività extra didattica nelle scuole elementari. Le basi per l'educazione civica sono state gettate in collaborazione con la Città di Fiume e la società civile, per essere poi arricchita ulteriormente e adeguata alle nostre peculiarità locali“, ha dichiarato il Presidente Flego ringraziando la Città di Fiume per l'assistenza tecnica.

„Desidero ancora ricordare che già con il progetto d'implementazione dello studio della storia e della cultura del territorio abbiamo voluto coltivare la nostra identità regionale e i nostri valori. Introducendo l'educazione e istruzione civica, facciamo un ulteriore passo avanti in questa direzione“, ha aggiunto il Presidente della Regione Istriana.

Anche il Sindaco Renato Krulčić ha espresso la sua soddisfazione per l'introduzione dell'educazione civica e ritiene che ciò arricchirà quello per cui s'impegna la Città di Pisino.

Il Sindaco Vojko Obersnel ha parlato delle esperienze fiumane nell'introduzione dell'educazione civica che si sta svolgendo in via sperimentale in sei scuole elementari destando grande interesse fra gli alunni e soddisfazione fra i docenti e i genitori.

„Sono molto contento e orgoglioso perché il programma dell'educazione civica viene diffuso anche in Croazia. L'educazione civica purtroppo in Croazia non è ancora parte integrante del Curriculum e si insegna come attività extra didattica“, ha sottolineato il Sindaco Obersnel.

Il Presidente Flego ha ricordato il programma delle attività che hanno preceduto la firma dell'Accordo e che sono incominciate nel settembre del 2016 quando si è tenuto un incontro sul tema dell'educazione e istruzione civica a Parenzo. È stato poi svolto un sondaggio nelle scuole di tutta l'Istria e molte di queste hanno dimostrato interesse a introdurre l'educazione e istruzione civica quali attività extra didattiche. Nel settembre del 2017 su iniziativa del Presidente della Regione Istriana è stato nominato un gruppo di lavoro costituito da 7 membri incaricati della realizzazione del programma, di cui 3 sono membri del Centro per le iniziative civiche di Parenzo, mentre gli altri membri sono: la presidente Tanja Carić del Liceo di Pola, il vicepresidente Čedomir Ružić della Scuola media superiore di Albona, Slaviša Šmalc della Città di Umago e Patricia Percan della Regione Istriana.

Le città di Pola, Rovigno, Parenzo, Pisino e Umago hanno dimostrato interesse per l'introduzione dell'educazione e istruzione civica per le scuole di cui questi sono fondatori, e 16 scuole elementari il cui fondatore è la Regione Istriana. Sulla base della dimostrazione dell'interesse e di una lettera motivaizonale sono state selezionate le seguenti scuole fondate dalla Regione Istriana: SE Barban, SE Krnica, SE Potpićan, SE Dignano e SE Žminj, mentre da parte delle città fondatrici delle scuole sono state selezionate complessivamente 5 SE (su proposta delle stesse Città fondatrici).

Per 2 dipendenti di ciascuna delle 10 scuole sarà organizzato un corso di aggiornamento a Umago, Parenzo, Pisino, Rovigno, Pola, Gimino e Barbana in 7 cicli della durata di 2 giorni nel periodo da marzo a giugno. Il corso di aggiornamento sarà svolto dall'iniziativa GOOD, rispettivamente dalle associazioni membri: Forum za slobodu odgoja (Forum per la libertà dell'educazione), Centar za mirovne studije (Centro studi per la pace) e GONG. Il corso di aggiornamento comprenderà 7 parti: Introduzione ai diritti dell'uomo; Metodica partecipativa; Alfabetizzazione politica; Alfabetizzazione mediatica; Istruzione contro la corruzione; Volontariato nel lavoro con i bambini e i giovani; Seminario basilare di mediazione.

Dopo il corso summenzionato si creeranno le condizioni per l'introduzione dell'educazione e istruzione civica come attività extra didattiche nelle V classi delle scuole selezionate nell'anno scolastico 2018/19.