23.03.18. u 11:23

Il Presidente Flego ha firmato la Dichiarazione sull'Alleanza per la coesione

Nell’ambito del suo soggiorno a Bruxelles alla 128a Seduta plenaria del Comitato delle Regioni (CR) il Presidente della Regione Istriana Valter Flego ha firmato oggi assieme agli altri membri della delegazione croata, la Dichiarazione sull'Alleanza per la coesione. La stessa Dichiarazione è stata inoltre fortemente appoggiata dal Presidente del Comitato delle regioni Karl-Heinz Lambertz, secondo il quale la politica della coesione è indispensabile per il futuro dell'Europa.

Stando alle parole del Presidente della Regione, la politica della coesione ha un'importanza particolare nel contesto della pianificazione e dell'emanazione del nuovo bilancio dell'Unione Europea, per il periodo dal 2020 al 2027. Una delle conseguenze del Brexit sarà proprio la mancanza di ingenti mezzi finanziari nel bilancio europeo; ciò tuttavia, secondo le parole del Presidente Flego, non deve influire sulla politica di coesione.

„La politica di coesione è la politica della solidarietà, e la sua idea basilare è di diminuire le differenze fra i paesi membri. Per questo motivo è importante non tagliare i mezzi destinati all’apertura di nuovi posti di lavoro e investire nei giovani, nell’istruzione permanente, nella ricerca e nella scienza“, ha ribadito il Presidente Flego aggiungendo che questa politica serve a risolvere le grandi questioni globali come i mutamenti climatici e le migrazioni.

I mezzi destinati alla politica di coesione, secondo il Presidente Flego, al momento ammontano a un terzo del bilancio dell’Unione e nello scorso periodo finanziario (2007-2012) hanno consentito l’apertura di 600 mila posti di lavoro, la costruzione di 25 mila chilometri di strade e 1800 km di ferrovie.

L’Alleanza per la coesione (#CohesionAlliance) è la coalizione di quelli che credono che la politica della coesione dell’UE debba continuare a essere una delle colonne sulle quali poggia il futuro dell’UE. L’Alleanza è il frutto della collaborazione fra le associazioni europee leader delle città e delle regioni e del Comitato europeo delle regioni. Nell’ambito del bilancio dell’UE, dopo il 2020 è necessario rafforzare la politica di coesione aumentandone l’efficacia, la visibilità e l’accessibilità in tutte le regioni dell’Unione Europea.