02.05.18. u 14:33

Aperto solennemente il nuovo edificio di Diagnostica dell'Ospedale generale di Pola

Il Presidente della Regione Istriana Valter Flego e il Sindaco di Pola Boris Miletić hanno visitato oggi l'edificio rinnovato di Diagnostica dell'Ospedale generale di Pola, nell'ambito del quale sono stati messi in funzione anche la nuova TAC e la risonanza magnetica. Il nastro è stato tagliato solennemente dalla responsabile del Reparto di diagnostica radiologica dr. med. Vinka Kos, dr.med. spec. radiologa, alla presenza del Segretario di Stato del Ministero della sanità prim. Željko Plazonić, della direttrice dell'Ospedale generale di Pola dr. Irena Hrstić, del capo del Reparto di radiologia del Centro clinico ospedaliero di Fiume e presidente della Società dei radiologi della Croazia prof. dr. sc. Damir Miletić e la responsabile dell'ufficio dell'Istituto croato per l'assicurazione sanitaria di Pisino Vesna Vedrina Fabris.

Nel rivolgersi ai giornalisti presenti, il Presidente Flego ha espresso la sua soddisfazione per il nuovo reparto di Diagnostica.

„Siamo molto felici e la soddisfazione si vede soprattutto sui volti delle persone che qui lavorano. Colgo l'occasione per ringraziarli perché hanno finora lavorato usando apparecchi logori. Oggi però abbiamo la diagnostica più moderna. Si tratta di una grossa vittoria per il nostro ospedale, per la nostra Regione Istriana, e noi continuiamo ad attrezzare e a costruire l'ospedale“, ha sottolineato il Presidente Flego aggiungendo che la qualità viene prima delle scadenze per il termine dei lavori.

Il Sindaco Miletić ha ringraziato la direttrice dr. Hrstić e il suo staff per la perseveranza nel lavoro svolto, ma anche il Ministero della sanità.

''Il patrono della Città di Pola S. Tommaso era per natura sospettoso e così eravamo anche noi all'inizio ma i nostri dubbi sono spariti quando abbiamo visto lo staff che sta lavorando al nuovo ospedale. Va bene essere sospettosi e indagare. Alla fine posso dire che questo è stato il regalo migliore che avessimo potuto ricevere per la Giornata della Città di Pola'', ha dichiarato il Sindaco di Pola.

Anche il segretario di Stato Plazonić ha espresso la sua soddisfazione e ha dichiarato che il nuovo ospedale migliorerà il sistema sanitario della Regione Istriana, mentre la direttrice Hrstić ritiene che questa sia una grande giornata sia per l'Ospedale che per la Città di Pola e l'intera Regione.

Le apparecchiature sono state acquistate in base all'elenco dell'attrezzatura medica per le esigenze del Nuovo ospedale di Pola e dopo il concorso pubblico svoltosi nel 2015. Al concorso, per entrambi i macchinari, è stata selezionata la Siemens quale azienda fornitrice. L'apparecchio per la TAC è il secondo apparecchio complessivamente acquistato di questo genere nell'OG di Pola, mentre quello della risonanza magnetica è il primo nella Regione Istriana che sia di proprietà dell'ente sanitario.
 
Questi macchinari del valore che supera i 13 milioni di kune miglioreranno lo standard diagnostico, ridurranno le liste di attesa e i pazienti dell'Istria non dovranno più viaggiare in altri centri clinico ospedalieri per le visite specialistiche. Ciò riguarda in particolare la risonanza magnetica, come quella del cervello, del sistema osteoarticolare, dell'addome (risonanza magnetica colangiopancreatografica, risonanza magnetica enterocolonografia). La TAC a 128 strati oltre alla diagnostica standard avrà anche un programma cardiologico e sarà usata per propositi diagnostici delle malattie cardiovascolari  (TAC coronaografia).  

Entrambi gli apparecchi sono situati nel Reparto per la diagnosi radiologica nella nuova struttura della „Diagnostica“. Il reparto viene aperto in fasi: si parte così innanzitutto con le visite più importanti, mentre l'attrezzatura completa e la collocazione del resto della nuova attrezzatura, come quella per l'angiografia si svolgerà quanto prima.

A livello annuale, al Reparto di radiologia ci sono state all'incirca 120 000 visite di cui 14 500 TAC (su 1 macchinario). A livello giornaliero si scrivono circa 340 referti. L'edificio di Diagnostica è stato adattato durante i lavori di costruzione e attrezzatura del nuovo Ospedale generale di Pola. Il valore dei lavori ammonta a tredici milioni di kune. L'adattamento ha compreso la sostituzione della ceramica esistente con del linoleum e con basi in PVC (a eccezione del corridoio), l'adattamento dei vani di lavoro (dei medici, dei biochimici e dei tecnici), la sostituzione dei serramenti esterni ed interni, la sostituzione delle porte con protezione in piombo, è stata aggiornata la rete informatica, allestito l'ambiente circostante e le strade d'accesso adattandole alle persone con mobilità ridotta ed è stata pulita la facciata esterna in pietra.