23.10.18. u 14:38

La Regione Istriana investe 24 milioni di kune nel rinnovo energetico delle scuole

Negli ultimi cinque anni la Regione Istriana sta svolgendo i progetti di rinnovo energetico e adattamento degli edifici delle scuole elementari e medie superiori per un valore complessivo di 24 milioni di kune.

„Un'efficace politica dell'energia è per noi un dovere e una missione, e la riduzione del consumo di energia come pure prevenire la perdita di energia ha molta importanza per la Regione Istriana. Proprio con questo obiettivo, la Regione Istriana sta svolgendo continuamente dei progetti di rinnovo energetico degli edifici scolastici per consentire un risparmio considerevole sulle risorse energetiche per il riscaldamento e ridurre l'emissione di CO2 nell'atmosfera“, ha sottolineato il Presidente della Regione Istriana Valter Flego dichiarando che il settore pubblico si propone di essere d'esempio agli altri.

La realizzazione del nuovissimo progetto „Rinnovo energetico dell'edificio scolastico della Scuola elementare Ivan Batelić ad Arsia“, del valore complessivo approssimativo di 6,1 milioni di kune dovrebbe iniziare la prossima settimana. Il progetto è stato presentato all'“Invito alla presentazione di proposte progettuali Rinnovo energetico degli edifici e uso delle fonti d'energia rinnovabili negli enti pubblici che svolgono l'attività di educazione e istruzione“, bandito dal Ministero per l'edilizia e l'assetto territoriale nel 2017. Dell'importo complessivo alla Regione Istriana sono stati assegnati 1,2 milioni di kune in mezzi a fondo perduto. La Regione Istriana provvederà a procurare i fondi peri l cofinanziamento nell'ammontare di 4,9 milioni di kune in parte dal Fondo per il cofinanziamento dell'attuazione dei progetti UE a livello regionale e locale, in parte grazie a un cofinanziamento del Comune di Arsia dell'ammontare di 500.000,00 kn, e la parte rimanente con mezzi propri dal bilancio della Regione Istriana.

I lavori al rinnovo energetico comprendono l'isolamento termico del tetto sopra la parte riscaldata, del soffitto verso la cantina che non viene riscaldata e lo spazio esterno di parte del pavimento e delle pareti esterne, la sostituzione dei serramenti esterni, la sostituzione dell'illuminazione interna con una più efficace, l'installazione di valvole termostatiche, la ventilazione dello spazio e una parziale climatizzazione, come pure la separazione del riscaldamento della scuola e della palestra.

Il progetto prevede anche l'installazione di un ascensore e la realizzazione di una rampa. L'intervento pianificato consentirà di ridurre del 65% l'energia termica necessaria per riscaldare l'edificio rispetto allo stato attuale. Dopo l'attuazione del rinnovo energetico sull'edificio, questo passa dalla classe di consumo energetica C ad A.

Con la realizzazione della nuova illuminazione la forza installata per l'illuminazione si ridurrà di circa 2,54 kW, consentendo un risparmio del 37% rispetto a quello attuale.

Oltre al completo rinnovo energetico, è necessario compiere una ridistribuzione e un adattamento dei vani per conformarli al Normativo dei vani, garantire l'accesso a persone con invalidità e mobilità ridotta, garantire le condizioni di protezione antincendio e le condizioni per la tutela sanitaria. Il valore complessivo dei lavori restanti previsti nel permesso a edificare ammonta complessivamente a circa 3,2 milioni di kune.

A seguito di quanto detto, nei prossimi tre anni per l'attuazione del progetto di rinnovo energetico e del progetto di ricostruzione con adattamento della SE Ivan Batelić ad Arsia saranno investiti circa 9,3 milioni di kune.

Visto che per la prima volta si tratta di rinnovo energetico e lavori di adattamento della scuola che richiedono un trasferimento in un altro luogo, da lunedì 29 ottobre gli alunni frequenteranno le lezioni alla Scuola media superiore Mate Blažina di Albona, nel turno pomeridiano. Il Comune di Arsia ha garantito i vani per il doposcuola degli alunni ed è stato concordato con la Città di Albona anche il trasporto dei pasti per i bambini del doposcuola.