15.11.18. u 15:46

Iniziati i lavori sulla Y istriana per il tratto da Pisino al tunnel del Monte maggiore

Oggi è stata celebrata solennemente la continuazione dei lavori di costruzione dell'Ipsilon istriana - fase 2B1 sul tratto Rogovići - Tunel Učka. All'apertura erano presenti il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, il Presidente del Governo della RC Andrej Plenković, il Ministro del mare, del traffico e dell'infrastruttura Oleg Butković, il Ministro dell'economia Darko Horvat, il Vicepresidente del Governo Predrag Štromar, e molti altri invitati.

Nel rivolgersi ai presenti, il Presidente Flego ha sottolineato che la strada fino all'odierno evento è stata lunga.

„Sappiamo quanto abbiamo aspettato a lungo l'inizio di questo importante progetto, peri l quale mi sono impegnato fortemente di persona sin dall'inizio. Molte sono state le porte alle quali abbiamo bussato, incontri che abbiamo fatto sia a livello nazionale, sia a quello europeo, e ce l'abbiamo fatta! Siamo riusciti nel nostro intento a far costruire ancora un tratto che avrà molteplici benefici per l'Istria e per la Croazia“, ha detto il Presidente Flego.

In primo luogo la costruzione del profilo completo di questo tratto secondo Flego garantirà maggior sicurezza e un traffico più scorrevole sulla principale viabile dell'Istria.

„La sicurezza è sicuramente la cosa più importante per i nostri cittadini ma anche per i nostri ospiti. Costruendo questa viabile aumenteremo la competitività del nostro turismo e l'attrattività della destinazione perché l'Istria è prevalentemente una destinazione che si raggiunge in automobile. L’Istria quale regione più turistica della Croazia che anche quest’anno ha abbattuto tutti i record, se lo merita. Oltre ai benefici per il turismo, il progetto è molto importante anche per l’economia perché con l’apertura di circa 1000 nuovi posti di lavoro si aiuterà il settore edile e si contribuirà alla crescita del PIL“, ha dichiarato fra l’altro il Presidente della Regione Istriana.

Il direttore generale della Bina-Istra Dario Silić ha dichiarato che questo è un giorno importante per la Bina-Istra e chi usa le autostrade.

„Questo progetto farà si che i giovani rimangano a lavorare in Istria nei prossimi tre anni e sicuramente aiuterà il settore edile visto che più del 90% dei lavori sarà svolto dalle imprese edili croate. Devo sottolineare che la Bina-Istra non smetterà con lo sviluppo del progetto e ci rimangono lo sviluppo e le fasi 2B2, specialmente la seconda galleria del Monte maggiore e il tratto fino a Mattuglie. Faremo il possibile in collaborazione con il Ministero del traffico a continuare, dopo il termine di questo tratto, con i lavori di costruzione dell’intero profilo dell’Ipsilon istriana come previsto nelle fasi della costruzione previste dal contratto di concessione”, ha dichiarato Silić.

„La conclusione di questa infrastruttura stradale con l’intero profilo contribuirà significativamente allo sviluppo economico e al turismo dell’Istria e collegherà meglio l’Istria con il resto della rete stradale e le autostrade nella Repubblica di Croazia. Siamo convinti che nelle prossime fasi concluderemo questo progetto e termineremo la seconda galleria del Monte maggiore e il tratto fino a Mattuglie. L’intero progetto rappresenta una delle forme migliori di partenariato pubblico-privato ed è anche la prova che il Governo croato investe nell’infrastruttura del traffico. In Francia la Bouygues è un gigante edile e per noi è un bene avere un partner così importante“, ha dichiarato il premier Plenković.

L’investimento nella fase 2B1 rappresenta un’integrazione al profilo completo del tratto Pisino-Monte maggiore (28 km) tramite la costruzione della seconda carreggiata con due corsie (larghe 3.5 m) e una corsia d’emergenza (larga 2.5 m). La fase 2B1 sottintende un gran numero di strutture (cavalcavia e viadotti) e il luogo di sosta Rebri, indispensabile per motivi di sicurezza poiché non ci sono luoghi di sosta dal tunnel del Monte Maggiore fino a Dignano. Il tratto Pisino-tunnel del Monte Maggiore (fase 2B1) è abbastanza complesso perché necessita della costruzione di 31 strutture della lunghezza complessiva di 2.510 metri.

I lavori sul tratto dovrebbero durare 3 anni. Il primo tratto Rogovići - Cerovlje, lungo 12 km, sarà aperto al traffico due anni dopo l’inizio dei lavori. La fase 2B1 rappresenta un impulso importante negli investimenti nell’economia. Il 90% circa dei lavori vengono svolti dalle aziende statali e locali croate come sotto esecutori. L’investimento aprirà 1000 posti di lavoro per il periodo di costruzione e altri 10 dipendenti per il periodo della manutenzione. Al termine della concessione l’investimento nel completamento del tratto Pisino-Monte Maggiore resta di proprietà della RC e si prevede che l’investimento nella fase 2B1 influirà sulla crescita del PIL dello 0,5% per il periodo di costruzione.

Il valore dell’investimento è di 1,2 miliardi di kune.