19.03.19. u 15:48

Firmati i contratti di cofinanziamento delle squadre aggiuntive di pronto soccorso nelle destinazioni turistiche

Si è svolta oggi al Ministero del turismo a Zagabria la firma solenne dei Contratti di cofinanziamento delle squadre aggiuntive di pronto soccorso nelle destinazioni turistiche con sette regioni della Croazia adriatica. A nome della Regione Istriana, il Presidente Valter Flego ha firmato il contratto con il Ministro del turismo Gari Cappelli.

„I motivi per cui gli ospiti scelgono una determinata destinazione sono le bellezze naturali, culturali, l'enogastronomia e ultimamente sempre più anche la sicurezza, e l'assistenza sanitaria ne fa parte. Per l'Istria quale regione più turistica della Croazia, è molto importante garantire agli ospiti un servizio sanitario accessibile e di qualità. Se prendiamo in considerazione che durante il picco della stagione turistica la popolazione dell'Istria raddoppia, ci rendiamo conto del significato di un'iniziativa del genere per il nostro sistema sanitario e per questo motivo siamo contenti del progetto del Ministero del turismo grazie al quale si cofinanziano i soccorsi medici negli ambulatori turistici“, ha dichiarato il Presidente Flego.

„Quello che desidero ricordare in particolare è che siamo la Regione che stanzia i maggiori contributi per la sanità e l'assistenza sociale nella RC. Per elevare lo standard della sanità a livello annuale, la Regione, in collaborazione con le UAL, stanzia circa 5 milioni di kune e così copriamo quello che non copre il Ministero della sanità. Dell'importo menzionato, soltanto la Regione stanzia annualmente dal suo bilancio un milione. In questo modo desideriamo dare ai nostri cittadini e non solo ai nostri ospiti, l'assistenza che si meritano“, ha concluso il Presidente Flego.

„La crescita costante del numero di ospiti e degli effetti finanziari nel turismo è il risultato innanzitutto e fra l'altro dell'immagine della Croazia come destinazione sicura, e questo è un fattore importante nella scelta della destinazione. Lo conferma anche l’ultima ricerca TOMAS nella quale i turisti nelle destinazioni turistiche croate hanno dato un alto voto alla sicurezza personale quale elemento di soddisfazione. Oltre alle squadre di pronto soccorso, il Ministero del turismo cofinanzia anche il Soccorso alpino croato e la Croce rossa e colgo l'occasione per ringraziare tutti per l'impegno volto a mantenere la sicurezza di tutti i visitatori e della popolazione del posto“, ha dichiarato il Ministro del turismo Gari Cappelli.

Si tratta di un progetto pluriennale del Ministero del turismo il cui obiettivo è di migliorare il livello dei servizi medici nel corso dei mesi di punta della stagione turistica e garantire l’assistenza sanitaria necessaria ai cittadini stranieri e quelli croati nelle destinazioni turistiche sulla costa e specialmente sulle isole, come pure nei territori dove si trovano le viabili principali. Così anche quest’anno il Ministero del turismo cofinanzierà con un importo di 1,5 milioni di kune le esigenze che sette regioni hanno per avere delle squadre aggiuntive di pronto soccorso nelle destinazioni turistiche.