28.03.19. u 16:06

Via all'inizio dei lavori di costruzione del distributore di metano compresso nell'ambito del progetto “Acquisto di autobus CNG e costruzione di un distributore CNG "

Con la posa solenne della prima pietra è stato celebrato oggi l'inizio dei lavori di costruzione del disturbatore di metano compresso nell'ambito del progetto ITU „Acquisto di autobus CNG e costruzione di un distributore CNG“ cofinanziato con 42,7 milioni complessivi id kune di mezzi europei a fondo perduto.

All'inaugurazione solenne dei lavori c'erano il Presidente della Regione Istriana Valter Flego, il Sindaco di Pola Boris Miletić, il direttore della Pulapromet s.p.a. Igor Škatar e il direttore della Plinara s.r.l. Dean Kocijančić. Presente all'evento anche l'assistente Ministro per lo sviluppo regionale e i fondi dell'UE Kristina Bilić che ha espresso il suo appoggio a un progetto finalizzato a un trasporto urbano pulito nell'intera area urbana di Pola. L'Assistente ministro ha dichiarato che questo è il primo progetto che si sta svolgendo nell'ambito del meccanismo ITU sul territorio urbano di Pola e che in futuro ci sarà l'attuazione di progetti legati al patrimonio culturale, agli investimenti brownfield e all'imprenditoria.

Il progetto di acquisto di autobus e costruzione del distributore è una componente strategica dell'intera area urbana, quando si tratta di tutela ambientale e ammodernamento del trasporto urbano. Con questo progetto proviamo che Pola già ora è a favore di un traffico urbano pulito e un alto grado di mobilità urbana sostenibile che contribuisce direttamente a migliorare la qualità della vita degli abitanti ed è conforme alle tendenze e alle nuove direttrici europee“, ha sottolineato il Sindaco Miletić. Con la costruzione del distributore inizierà un uso ancora maggiore del gas naturale che è una risorsa energetica economica ed ecologicamente ammissibile per l'ambiente perché ha meno emissioni di CO2, ha aggiunto Miletić precisando che Pola con un approccio e una riflessione di questo genere, sta attuando delle misure concrete in materia di tutela ambientale.

Il Presidente Flego ha quindi preso la parola per esprimere il suo contento perché proprio il trasporto sostenibile è riconosciuto dalla Città di Pola come un segmento importante. „L'Unione Europea nel nuovo periodo programmatico pianifica di stanziare più di 100 miliardi di euro per il trasporto sostenibile che riduce gli inquinamenti nelle città e anche le spese di trasporto“.

Il progetto si svolge con un partenariato fra la Pulapromet s.r.l. e la Plinara s.r.l. Fra le attività el progetto, oltre alla costruzione del distributore di CNG è in corso anche l'acquisto di 20 nuovi autobus a CNG che si baseranno sulle nuove tecnologie e saranno ecologicamente ammissibili con un'emissione ridotta di CO2 nell'ambiente. „Il nostro obiettivo principale è di ammodernare i trasporti pubblici urbani che aumenteranno considerevolmente il numero di linee e passeggeri nel trasporto pubblico“ ha sottolineato Škatar aggiungendo che si tratta di un investimento molto importante che senza l'appoggio dell'Unione europea e del Ministero non sarebbe possibile.

Per riuscire a ottenere questi elevati standard ecologici e introdurre nel vero senso della parola un trasporto urbano verde in tutto il territorio, sono iniziati i lavori di costruzione del distributore di metano compresso CNG del valore di 9,5 milioni di kune. „L'odierna posa della prima pietra segna un nuovo futuro e una maggiore coscienza ecologica. Inizia l'uso del gas naturale nello stesso posto dove nel 2009 cessò la produzione del gas cittadino“ ha detto Kocijančić affermando che Pola, a conclusione dei lavori pianificati per ottobre, avrà uno dei tre distributori attualmente presenti in Croazia.

All'odierno evento erano presenti anche i rappresentanti dell'Inženjering za naftu i plin Damir Lakić e Milan Bolf, quale rappresentante della Macel-plin la direttrice Jadranka Novotni e Stjepan Zubić – ingegnere capo del cantiere, il responsabile dell'ITU PT Pola Damir Prhat, i consulenti dell'impresa UMiUM Ivica Perica, Milan Jukić e altri ospiti illustri.

Il valore complessivo del progetto ammonta a 60,8 milioni di kune, e il tasso di cofinanziamento di mezzi a fondo perduto è dell'88%, provenienti da due fonti – 33,7 milioni di kune assegnate nell'ambito del meccanismo ITU del Fondo di coesione nell'ambito del Programma operativo Competitività e coesione 2014-2020 e 9 milioni di kune dal Fondo per il cofinanziamento dell'attuazione dei progetti UE a livello regionale e locale per il 2018.