26.11.19. u 12:09

Più di mezzo milione di kune di incentivi per l’auto occupazione

La Regione Istriana ha pubblicato oggi l'Invito pubblico per l'assegnazione di sussidi di valore minimo per l'auto occupazione. Se ne è parlato alla conferenza stampa tenutasi nella sede della Regione Istriana a Pola. Si tratta di una misura fra le tante che la Regione Istriana negli scorsi anni sta svolgendo continuamente, al fine di rafforzare l’imprenditoria e sviluppare ulteriormente l'economia istriana.

„Fra le misure popolari, con molteplici vantaggi c'è la promozione dell'auto occupazione. Proprio per stimolare un'ulteriore crescita dell'occupazione, oggi abbiamo pubblicato un nuovo Invito pubblico per la promozione dell'auto occupazione che prevede una cifra da record, di oltre mezzo milione di kune, precisamente 550.000,00 kn“, ha sottolineato il Vicepresidente facente funzione il Presidente della Regione Istriana Fabrizio Radin, che ritiene particolarmente importante il fatto che per la misura menzionata sono stati assicurati i mezzi dal progetto UE REI II portato avanti dalla Regione Istriana, finanziato dal Fondo sociale europeo, Piano operativo Potenziali umani efficaci 2014-2020.

„Le persone che trovano difficoltà nel trovare occupazione e hanno spirito imprenditoriale, le conoscenze e le abilità necessarie per realizzare la loro idea imprenditoriale, dovrebbero definitivamente pensare all'auto occupazione. Questa è per loro un'ottima opportunità e li invitiamo a rispondere all'Invito“, ha detto il Presidente Radin.

La f.f. Assessora all'economia Elena Božac Čujić, il cui Assessorato è incaricato per l'attuazione operativa del progetto UE REI II, ha informato i presenti riguardo alle condizioni da soddisfare in base all'Invito pubblico.

Secondo le sue parole, l'Invito pubblico rimarrà aperto fino all'esaurimento dei mezzi e al massimo entro l'1 agosto 2020. Il richiedente può realizzare il diritto al sussidio nell'importo massimo di 27.600,00 kn.

Il sussidio è destinato a tutti i disoccupati indipendentemente dalla lunghezza del periodo di disoccupazione, agli anni di servizio, alla professione o alla qualifica. Il sussidio per l'auto occupazione può essere inoltre usato da tutte le persone disoccupate che non devono necessariamente essere presenti nel Registro dell'Istituto croato peri l collocamento al lavoro, bensì è sufficiente che compilino un modulo prescritto dove con la loro firma confermano di essere disoccupati.  

Secondo l'Invito pubblico il sussidio si può assegnare anche alle persone che intendono usare il sussidio per l'auto occupazione dell'Istituto croato per il collocamento al lavoro, a condizione che i mezzi finanziari non andranno per le stesse voci del preventivo da finanziare con questo sussidio.

Per realizzare i presupposti per ottenere incentivi per l'auto occupazione è necessario innanzitutto disporre di un buon piani d’affari e del relativo preventivo. Il completamento del piano d’affari, la sostenibilità finanziaria del progetto, la stima della concorrenza sul mercato e tutto il resto, vanno valutati nel piano d’affari.

Accanto al piano d'affari è necessario redigere anche un preventivo dal quale risulta che le spese sono rivolte all'apertura e al lavoro del soggetto d'affari. Queste sono delle spese che riguardano la registrazione del soggetto d'affari, le spese di acquisto dell'attrezzatura, le spese dei servizi di contabilità, di locazione del vano d'affari, le spese per i contributi e altro.

„Va sottolineato che, secondo il progetto, i richiedenti disporranno di assistenza professionale nella redazione del piano d'affari, mentre i beneficiari della misura avranno a disposizione anche un mentoraggio che li seguirà nei loro affari. L'obiettivo del mentoraggio è di aumentare l'efficacia del lavoro degli imprenditori nel realizzare i loro obiettivi di lavoro“, ha dichiarato la f.f. assessora aggiungendo che tutti i dettagli sulle condizioni, come pure i moduli necessari si possono trovare nel testo dell'Invito pubblico sul sito Internet ufficiale della Regione Istriana.

„Gli incentivi per l'auto occupazione della Regione Istriana per l'apertura di attività artigianali o imprese, daranno un'ottima spinta ai disoccupati. Lo possono testimoniare gli imprenditori che negli scorsi anni hanno realizzato il diritto agli incentivi. Pe questo motivo, mandiamo un appello alle persona disoccupate a presentarsi e ad approfittare della misura messa a loro disposizione“, ha concluso il Presidente Radin.

Il valore complessivo del progetto REI II è di quasi 2 milioni di kune ed è finanziato interamente dai fondi dell'UE. Il suo obiettivo principale è lo sviluppo delle politiche dell'occupazione a livello regionale, conformemente alle esigenze dell'economia, il coinvolgimento sociale dei gruppi più deboli e la cooperazione del settore pubblico e privato nella gestione dei potenziali umani. 

Va inoltre ricordato che il progetto prevede corsi gratuiti di inglese, tedesco e italiano, rispettivamente di laboratori per persone disoccupate che intendono trovare lavoro nel settore del turismo e dell'industria alberghiera, in particolare per camerieri/e e addetti alla pulizia delle camere.

Visto che il progetto stabilisce che i laboratori si devono svolgere in 4 città dell'Istria, per quest'anno è pianificato lo svolgimento dei laboratori a Pola e Albona, mentre per l'anno prossimo si pianificano i laboratori a Umago e Pisino.