19.12.19. u 14:43

Ricevimento tradizionale della Regione Istriana e della Città di Pola in occasione delle feste

Si è tenuto oggi nello spazio galleristico-espositivo del Sacri cuori a Pola il ricevimento tradizionale in occasione del Natale e del Capodanno organizzato dalla Regione Istriana e dalla Città di Pola al quale hanno presenziato molti rappresentanti della vita economica, politica, culturale, istruttiva, religiosa e sportiva dell'Istria.

Il Vicepresidente della Regione f.f. il Presidente della Regione Istriana Fabrizio Radin e il Sindaco di Pola Boris Miletić hanno salutato i presenti e parlato dell'anno che sta per passare e di quello venturo.

Per l'occasione il Presidente Radin ha dichiarato che „spetta a noi la responsabilità di continuare a realizzare i progetti iniziati e ad affrontare tutti gli ostacoli che incontriamo per strada“. Ha parlato così della costruzione del nuovo Ospedale generale e di molti altri progetti d'infrastruttura nella sanità e nell'istruzione pubblica, nonché del progetto di costruzione del Sistema d'irrigazione Porto Cervera – Bassarinca il cui valore ammonta addirittura a 105 milioni di kune.

„Costruiamo ospedali, scuole, case per anziani nel settore pubblico. Si tratta di un esempio classico di creazione di una società sociale, nel rispetto della migliore tradizione della socialdemocrazia europea. Stiamo inoltre stanziando ingenti mezzi per le borse di studio per le professioni deficitarie nella sanità, e abbiamo avviato la linea di credito „ISTRAMEDIC“, che prevede crediti più vantaggiosi per gli operatori sanitari che lavorano negli istituti sanitari regionali“, ha sottolineato il Presidente Radin. Ha menzionato anche il centro Kaštijun affermando che sono stati impiegati diversi sforzi per instaurare un sistema qualitativo e completo di gestione dei rifiuti nella Regione Istriana.

„Come si sa, il cambiamento più importante per quel che concerne l'attività della stessa struttura organizzativa che ci aspetta all'inizio dell'anno nuovo è l'assunzione delle mansioni dell'Ufficio all'amministrazione statale da parte della Regione Istriana. Per numero di dipendenti rilevati assumeremo ancora un'intera Regione Istriana; oltre a ciò abbiamo ricevuto circa 200 nuovi incarichi che finora erano di competenza dell'amministrazione statale. Noi abbiamo l'obbligo di far sì che gli incarichi a noi affidati vengano svolti con continuità, senza intoppi e a favore dell'utente ultimo: i cittadini e i soggetti d'affari. Questo è il nostro compito e sono sicuro che lo svolgeremo correttamente e con la massima responsabilità richiesta da tali mansioni“, ha dichiarato Radin ringraziando tutti per la collaborazione.

Parlando del 2019 il Sindaco Miletić ha dichiarato che si è trattato di un anno difficile che all'inizio ha avuto diverse incertezze.

„Posso dire che proprio grazie all'aiuto di tutti voi, con l'aiuto di tutti i pori della comunità sociale stiamo superando una grande crisi economica capitata alla nostra città. Non possiamo  non ricordare il fatto che il nostro più grande soggetto economico, il cantiere navale Uljanik che ha segnato la nostra storia e la nostra vita, versa in grosse difficoltà. Sinceramente desidero credere che il Consiglio dei creditori accetterà la proposta della procuratrice fallimentare e che sarà possibile continuare con quest'attività produttiva“, ha detto Miletić continuando di essere contento perché Pola è oggi un grande cantiere.

„Nella nostra città si lavora, e la nostra città si sta sviluppando proprio grazie a voi. Era necessario concentrare le nostre forze per oltrepassare questo mare pieno di turbolenze“, ha dichiarato fra l'altro il Sindaco di Pola menzionando anche i numerosi progetti realizzati nell'ambito dell'infrastruttura comunale, della costruzione di nuove viabili, dell'allestimento delle spiagge, delle scuole dell'infanzia e delle scuole elementari.

A conclusione dei discorsi il Presidente Radin, il Sindaco Miletić, la vicepresidente dell'Assemblea regionale Tamara Brussich e il Presidente del Consiglio comunale della Città di Pola Tiziano Sošić hanno brindato augurando a tutti tanta fortuna, salute e successi personali.

La parte musicale del programma era a cura del gruppo vocale Pinguentum.