L'Inno della Regione istriana

I versi della canzone "Krasna zemljo" le ha scritte Ivan Cukon, musica di Matko Brajša Rašan. Questa solenne canzone e nata come inno della Compagnia di S. Cirillo e Metodio. 

L'autore dei versi Ivan Cukon (1868. - 1928.) fini gli studi di legge a Vienna. Durante la prima guerra mondiale fu  deportato e internato nel sud Italia. Fu fondatore della societa per l'istruzione e l'appoggio chiamata "Istria", attiva a Zagabria.

Matko Brajša Rašan (1859. - 1934.)  e nato a Pićan dove ha finito la scuola popolare, il ginnasio lo ha frequentato a Pisino mentre a Vienna ha studiato alla Facolta di legge. Rinomato etno - musicologo e compositore. Ha raccolto e trascritto le melodie popolari istriane, ha composto musica sacra,canti patriottici, inni e marce, ed e stato fondatore di molti cori in Istria. 

La canzone "Krasna zemljo, Istro mila", sin dagli inizi, ricordava alla gente istriana la sua intima appartenenza al suolo natio, alla devozione verso l'Istria, la vita e la convivenza tra gli uomini su questi territori, il forte sentimento di orgoglio ed entusiasmo per l'eterno e unico Monte Maggiore, le citta, i fiumi, il mare e le isole istriani, storicamente legati all'Istria. E quasi superfluo menzionare che questa canzone veniva cantata e ascoltata con la stessa enfasi in qualsiasi occasione, da quella quotidiana a momenti solenni. Si puo dire che non esista quasi nessun uomo che non consideri questa canzone come inno, ode di gioia e racconto di brava gente dell'Istria, con la fede in un futuro piu giusto e migliore del popolo istriano. Di conseguenza, il momento di proclamazione ufficiale quale Inno della Regione istriana, combacia con il periodo in cui questa regione inizio il suo cammino verso l'Europa, alla quale d'altronde appartiene da sempre.

Partendo da quanto detto, l'Assemblea della Regione istriana, alla seduta tenuta in data 23 settembre 2002, delibera e proclama ufficialmente la canzone "Krasna zemljo, Istro mila"  INNO DELLA REGIONE ISTRIANA.

Krasna zemljo

"Krasna zemljo, Istro mila
dome roda hrvatskog
Kud se ori pjesan vila,
s Učke tja do mora tvog.

Glas se čuje oko Raše,
čuje Mirna, Draga, Lim
Sve se diže što je naše
za rod gori srcem svim.

Slava tebi Pazin - grade
koj' nam čuvaš rodni kraj
Divne li ste, oj Livade
nek' vas mine tuđi sjaj!

Sva se Istra širom budi
Pula, Buzet, Lošinj, Cres
Svud pomažu dobri ljudi
nauk žari kano krijes."