Delibera sull'assetto e sul campo d'attivita degli organi amministrativi della Regione istriana

Ai sensi dell'articolo 35 comma 1 punto 4 e dell'articolo 53 comma 3 della Legge sull'autogoverno locale e territoriale (regionale) ("Gazzetta ufficiale", n. 33/01, 60/01- interpretazione autentica, 129/05, 185/08 e 36/09), e l'art. 43. comma 1 punto 7 dello Statuto della Regione Istriana ("Bollettino ufficiale della Regione Istriana", n. 10/09), l'Assemblea regionale della Regione Istriana alla seduta tenutasi il giorno 9 novembre 2009 emana la

DELIBERA
sull'assetto e le competenze degli organi amministrativi della Regione Istriana

I DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1

La presente Delibera stabilisce l'assetto, le competenze, la gestione e altre questioni rilevanti per l'attività degli organi amministrativi della Regione Istriana (nel prosieguo del testo: organi amministrativi).

Gli organi amministrativi rispondono all'Assemblea regionale e al Presidente della Regione Istriana per lo svolgimento legale e tempestivo delle mansioni di loro competenza.

Articolo 2

Sull'edificio nel quale si trova la sede dell'organo amministrativo, dev'essere evidenziato il nome dello stesso. L'organo amministrativo ha il proprio timbro.

Sulle modalità di porre la denominazione dell'organo amministrativo sull'edificio, il contenuto della denominazione, il contenuto del timbro degli organi amministrativi, come pure la procedura per la loro realizzazione, vengono applicate le disposizioni della legge particolare e degli atti subordinati alla legge.

II  ASSETTO E COMPETENZE DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI  

Articolo 3

Per svolgere le mansioni rientranti nella sfera delle competenze dell'autogoverno della Regione, come pure per svolgere le attività dell'amministrazione statale trasmesse alla Regione, conformemente alla Legge e allo Statuto della Regione Istriana, vengono organizzati gli assessorati e i servizi.

Nell'ambito delle loro competenze, gli organi amministrativi possono svolgere attività professionali e altre attività per le unità d'autogoverno locale, in base ad accordi stabiliti dalla Legge, dallo Statuto della Regione Istriana e da atti generali delle unità d'autogoverno locale.

Gli assessorati si organizzano per lo svolgimento delle mansioni rientranti nella sfera delle competenze dell'autogoverno della Regione, per le attività che sono reciprocamente collegate e costituiscono un tutt'uno.

I servizi si organizzano per svolgere mansioni professionali, tecniche e altre attività per le necessità dell'Assemblea regionale, del Presidente della Regione, del Vicepresidente della Regione e degli assessorati della Regione.

L'Ente per l'assetto territoriale viene organizzato secondo le disposizioni di una legge particolare per lo svolgimento delle attività legate all'assetto territoriale.

Articolo 4

Nella Regione Istriana vengono organizzati i seguenti assessorati:

  1. Assessorato allo sviluppo sostenibile,
  2. Assessorato all'istruzione, lo sport e la cultura tecnica,
  3. Assessorato alla sanità e la previdenza sociale,
  4. Assessorato al bilancio e le finanze,
  5. Assessorato all'autogoverno locale e territoriale (regionale),
  6. Assessorato all'agricoltura, la selvicoltura, la caccia, la pesca e l'economia idrica,
  7. Assessorato al turismo,
  8. Assessorato alla comunità nazionale italiana e gli altri gruppi etnici,
  9. Assessorato all'assetto territoriale e l'edilizia,
  10. Assessorato alla cultura,
  11. Assessorato all'economia,
  12. Assessorato alla cooperazione internazionale e le integrazioni europee.  

Nella Regione Istriana vengono organizzati i seguenti servizi:

  • Segreteria dell'Assemblea,
  • Servizio per la revisione interna,
  • Gabinetto del Presidente.

Quali unità organizzative distinte, all'interno dell'Assessorato allo sviluppo sostenibile, vengono organizzate la Sezione per la tutela della natura e dell'ambiente e la Sezione per la marina, il traffico e l'infrastruttura.

Quali unità organizzative distinte, all'interno dell'Assessorato al bilancio e le finanze si organizzano: la Sezione per la ripartizione e la riscossione delle imposte proprie, la Sezione per il bilancio e gli affari analitici e di pianificazione e la Sezione per la contabilità.

Quali unità organizzative distinte, all'interno dell'Assessorato all'autogoverno locale e territoriale (regionale) si organizzano: l'Ufficio del protocollo e la Sezione per gli affari generali, ausiliari e tecnici.

Quali unità organizzative distinte, all'interno dell'Assessorato all'assetto territoriale e l'edilizia si organizzano:

L'Assessorato all'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Buie-Buje

per il territorio della città di Buie-Buje, della Città di Umago-Umag, del Comune di Verteneglio-Brtonigla, del Comune di Grisignana-Grožnjan, del Comune di Portole-Oprtalj,

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Pinguente per il territorio della Città di Buzet (Pinguente) e del Comune di Lanišće (Lanischie),

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Labin (Albona) per il territorio del Comune di Kršan (Chersano), del Comune di Pićan (Pedena), del Comune di Raša (Arsia), e del Comune di Sveta Nedjelja (Santa Domenica),

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Parenzo-Poreč per il territorio del Comune di Fontane-Funtana, Castelliere-S. Domenica – Kaštelir-Labinci, del Comune di Sveti Lovreč (San Lorenzo), del Comune di Torre-Abrega - Tar-Vabriga, del Comune di Visignano-Višnjan, del Comune di Visinada-Vižinada e del Comune di Orsera - Vrsar,

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Pazin (Pisino) per il territorio dei Comuni di Cerovlje (Cerreto), Gračišće (Gallignana), Karojba (Caroiba del Subiente), Lupoglav (Lupogliano), Montona-Motovun, Sveti Petar u Šumi (San Pietro in Selve) e Tinjan (Antignana),

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Pola-Pula per il territorio dei comuni di Barban (Barbana), Fasana-Fažana, Lisignano-Ližnjan, Marčana (Marzana), Medulin (Medolino) e Svetvinčenat (Sanvincenti),

La Sezione per l'assetto territoriale e l'edilizia della Regione Istriana con sede a Rovigno-Rovinj, per il territorio dei Comuni di Valle-Bale, Kanfanar (Canfanaro) e Žminj (Gimino). 

Articolo 5

Vengono stabilite le sedi degli organi amministrativi come segue:

- con sede a Pola-Pula:

1. Assessorato allo sviluppo sostenibile,

2. Assessorato all'autogoverno locale e territoriale (regionale),

3. Assessorato alla sanità e la previdenza sociale,

4. Assessorato al bilancio e le finanze,

5. Gabinetto del Presidente della Regione,

6. Assessorato all'assetto territoriale e l'edilizia,

7. Assessorato all'economia,

8. Assessorato alla cooperazione internazionale e le integrazioni europee,

9. Assessorato alla cultura,

10. Servizio di revisione interna

 - con sede a Pazin (Pisino):

11. Segreteria dell'Assemblea,

12. Assessorato all'agricoltura, la selvicoltura, la caccia, la pesca e l'economia idrica, 

- con sede a Parenzo-Poreč:

13. Assessorato al turismo,  

- con sede a Labin (Albona):

14. Assessorato all'istruzione, lo sport e la cultura tecnica, 

- con sede a Rovigno-Rovinj:

15. Assessorato alla comunità nazionale italiana e gli altri gruppi etnici. 

Articolo 6

Gli organi amministrativi collaborano con gli organi centrali dell'amministrazione statale nella Regione Istriana, le unità d'autogoverno locale appartenenti al territorio della Regione Istriana, ovvero con gli organi amministrativi cittadini e comunali, collaborano con le persone giuridiche che svolgono le attività rientranti nella sfera di competenze dell'organo amministrativo, indirizzano il loro lavoro e su presupposti comuni preparano le basi professionali per l'emanazione delle delibere dell'Assemblea regionale e degli atti singoli del Presidente della Regione, intraprendono le misure per migliorare e sviluppare le attività per le quali sono stati istituiti e informano regolarmente il pubblico sul loro lavoro.

Articolo 7

L'Assessorato allo sviluppo sostenibile  quale responsabile per la realizzazione dei piani territoriali assicura e provvede allo sviluppo della Regione Istriana entro i limiti della sostenibilità, in collaborazione con gli organi dell'amministrazione statale e gli organi delle unità d'autogoverno locale, le istituzioni con poteri pubblici e l'Ente per l'assetto territoriale, il che significa che lo sviluppo di tutte le attività economiche, turistiche, agricole, di prestazioni, sociali, del traffico, della marina, infrastrutturali e altre attività strategiche si svolgono tutelando e al contempo migliorando la natura e tutte le componenti dell'ambiente.

Assicura le condizioni per la realizzazione degli investimenti capitali nella Regione Istriana e il cofinanziamento degli investimenti delle unità d'autogoverno locale per uno sviluppo equilibrato della Regione Istriana. 

Coordina i soggetti nella preparazione della valutazione, la stesura dei piani e l'attuazione delle attività nell'ambito della tutela e del salvataggio. 

Nell'attività relativa alla tutela della natura e dell'ambiente, svolge mansioni amministrative e professionali rientranti in questo settore, coordina le attività sulla tutela ambientale stabilite da leggi particolari e altre prescrizioni, redige rapporti, programmi, piani e altri documenti rientranti nel campo della tutela ambientale (aria, acqua, terreno, mare, rifiuti), della tutela naturale, dello sviluppo sostenibile come pure i documenti delle misure d'intervento nell'ambiente, il tutto conformemente a prescrizioni che regolano queste zone, segue la situazione di tutte le componenti ambientali, esegue le procedure di valutazione dell'impatto ambientale di singoli interventi e le procedure di valutazione strategica dell'impatto ambientale, redige il registro dell'inquinamento ambientale ed assicura i dati e i rapporti per il sistema informativo di tutela ambientale.

Assicura l'accesso alle informazioni rientranti nelle competenze della tutela ambientale e della natura, attua le procedure relative alla visione pubblica per la proclamazione delle zone protette per le categorie di tutela indicate dalla legge, assicura le condizioni per conservare le zone tutelate di sua competenza e partecipa alle procedure di tutela a livello nazionale, attua la previa valutazione per la zona della rete ecologica conformemente alla legge e agli atti esecutivi, stabilisce le condizioni particolari per la tutela ambientale nella procedura di rilascio del permesso d'ubicazione, attua la procedura di scelta del migliore offerente per la concessione nelle zone protette, risolve le richieste per il rilascio dei permessi per la gestione dei rifiuti comunali e delle categorie specifiche di rifiuti, prepara le concessioni per le attività e gli edifici legati a categorie particolari di rifiuti e rifiuti comunali che si svolgono sul territorio di più città e comuni all'interno della Regione, prepara e propone al Presidente della Regione e all'Assemblea regionale i documenti e le attività inerenti il campo della gestione dei rifiuti a livello regionale, controlla e informa l'Assemblea sull'attuazione del programma di tutela ambientale, del piano di miglioramento e tutela dell'aria e del piano di gestione dei rifiuti, coordina la realizzazione del programma di tutela e miglioramento della qualità dell'aria, l'instaurazione della rete locale per il monitoraggio della qualità dell'aria come pure la realizzazione di altri atti, delibera sui diritti e doveri dei cittadini e di altre persone nel procedimento amministrativo, nell'ambito della gestione dei rifiuti, della tutela naturale e ambientale, coordina e collabora con le imprese e le istituzioni la cui attività è legata alla tutela della natura e dell'ambiente, candida e segue la realizzazione di progetti cofinanziati con i fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nel campo delle sue competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e di personale per la loro redazione e realizzazione, svolge anche altre mansioni quando ciò è stabilito da una legge particolare, altre prescrizioni, da un atto dell'Assemblea regionale o del Presidente della Regione.

Nelle attività legate al traffico, alla marina e all'infrastruttura, svolge mansioni professionali e analitiche di attività nella preparazione e nella realizzazione dell'infrastruttura, segue e analizza le disposizioni legislative collaborando attivamente alla creazione, la preparazione e la proposta di norme rientranti nel campo del traffico, della marina e dell'infrastruttura, prepara e propone delibere per stabilire il modo d'utilizzare il demanio marittimo e seguire l'uso e le proposte dei corrispettivi per stabilire il modo d'utilizzo del demanio marittimo, segue e coordina l'attività delle autorità portuali, gestisce e svolge gli affari relativi alla riscossione del canone per l'uso del demanio marittimo che viene pagato dai proprietari delle imbarcazioni iscritti nel registro delle imbarcazioni, conforma gli orari di guida e rilascia i permessi per lo svolgimento del trasporto regionale di linea dei passeggeri, realizza e propone altri atti inerenti il suo campo d'azione, e svolge altre mansioni conformemente alla legge e agli atti dell'Assemblea.

Articolo 8

L'Assessorato all'agricoltura, la silvicoltura, la caccia, la pesca e l'economia idrica offre appoggi organizzativi, professionali, tecnico-tecnologici, di marketing e finanziari ai soggetti nel campo dell'agricoltura, della silvicoltura, della caccia, della pesca e dell'economia idrica, idea e attua programmi rientranti nella sua sfera di competenze, tenendo conto dello sviluppo sostenibile ed equo degli spazi della Regione Istriana, svolge attività nel campo dello sviluppo rurale, la realizzazione di documenti strategici, collabora con gli organi dell'amministrazione statale, le camere, i comuni, le città, le regioni e gli altri soggetti, nell'attuazione della strategia dello sviluppo rurale e segue l'attuazione di programmi e progetti al fine d'implementare la politica rurale e conformarla alle politiche europee e nazionali nel campo dello sviluppo rurale e regionale.

Realizza programmi di sviluppo delle singole attività, atti generali, singoli e piattaforme professionali nel campo dell'agricoltura, della silvicoltura, della caccia, della pesca e dell'economia idrica, elabora e propone l'attuazione di misure di sviluppo della politica agricola a livello regionale, in particolare misure di politica strutturale, politica fondiaria e miglioramento dell'amministrazione delle superfici agricole, realizzazione dei programmi e attuazione di opere infrastrutturali per una migliore lavorabilità e sfruttamento del terreno agricolo, propone e attua misure di appoggio istituzionale nella produzione agricola, incentiva ed aiuta il collegamento professionale e d'interesse degli agricoltori e un aiuto professionale ai produttori agricoli, in particolare a quelli che hanno aziende agricole a conduzione familiare nello sviluppo dell'attività basilare, la trasformazione dei prodotti agricoli, la valorizzazione e la promozione di prodotti autoctoni tipici e lo sviluppo di attività integrative nelle aziende agricole a conduzione familiare. Coordina il lavoro del Fondo per lo sviluppo dell'agricoltura e dell'agriturismo dell'Istria e propone misure d'appoggio finanziario e sotto forma di finanziamenti al settore agricolo e della pesca, intraprende le misure per il miglioramento della produzione di cibo secondo i principi ecologici, partecipa nell'organizzazione di manifestazioni e promozioni professionali ed economiche ed esposizioni di rilievo locale, regionale e internazionale.  

Propone e attua le misure per migliorare l'economia venatoria e la gestione delle riserve di caccia, collabora con le società venatorie per la tutela e il miglioramento del fondo venatorio e lo sviluppo di attività integrative nella caccia, attua il procedimento amministrativo di primo grado ed emana atti amministrativi appartenenti al settore della caccia.

Prepara documenti strategici del campo della pesca e propone misure per migliorare la posizione delle attività, lo sviluppo del mercato dei prodotti ittici, la realizzazione di presupposti in materia di personale, tecnici e altri per lo sviluppo dell'attività, collabora con le associazioni di pescatori e le cooperative nella preparazione delle direttrici strategiche e con altre regioni, a progetti comuni per seguire lo stato, la tutela e l'avanzamento dell'infrastruttura ittica, del fondo ittico, dello sviluppo della maricoltura e lo sviluppo economico sostenibile delle risorse adriatiche.

Partecipa alla stesura dei progetti finalizzati alla tutela e alla valorizzazione dei boschi, al riconoscimento di risorse forestali significative, risorse di piante medicinali, funghi e della vegetazione nei boschi, alla loro tutela e valorizzazione, la preparazione di programmi preventivi per la tutela dei boschi dagli incendi, e altre attività appartenenti al settore dell'economia forestale.

Svolge mansioni inerenti il settore dell'economia idrica e della gestione delle acque, coordina e collabora con le imprese del settore per migliorare l'attività e garantire sufficienti quantità di risorse idriche di qualità nella regione, intraprende misure e attività e coordina i soggetti per instaurare un sistema di tutela permanente delle risorse idriche.

Candida e segue la realizzazione di progetti di cofinanziamento dai fondi dell'Unione europea e dagli organi statali (atti di donazione) dell'ambito di competenza ed assicura i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri, per la loro preparazione e realizzazione; svolge altre mansioni stabilite dalla legge, da altre prescrizioni, mediante delibera dell'Assemblea regionale e del Presidente della Regione.

Articolo 9

L'Assessorato all'istruzione, lo sport e la cultura tecnica svolge attività professionali e analitiche di gestione delle istituzioni di proprietà della Regione, segue lo stato e propone le misure nell'ambito della concessione di borse studio agli alunni e agli studenti, svolge mansioni rientranti nelle competenze dell'autogoverno per quel che concerne le attività inerenti l'istruzione pubblica, la cura dei bambini, la cultura fisica, l'informazione, lo sport e la cultura tecnica della Regione, le associazioni amatoriali, altre organizzazioni, associazioni e altri soggetti giuridici di rilevanza per la Regione nel suo complesso.

Segue la realizzazione di progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione europea e degli organi statali (atti di donazione) di sua competenza ed assicura i presupposti tecnici e di personale per la loro preparazione e realizzazione.

Indirizza gli affari delle istituzioni e di altri soggetti giuridici, svolge altre mansioni conformemente alla legge, agli atti dell'Assemblea e del Presidente della Regione.

Articolo 10

L'Assessorato alla cultura svolge le attività rientranti nel campo d'azione della cultura, svolge lavori di gestione delle istituzioni il cui fondatore è la Regione Istriana, segue la realizzazione del programma dei fabbisogni pubblici nella cultura, coadiuva le istituzioni, le associazioni amatoriali, il teatro, gli istituti d'istruzione, le associazioni, le gallerie e i soggetti, segue e assicura le condizioni per uno sviluppo culturale uniforme di tutti i centri, del patrimonio culturale immateriale dell'Istria, coadiuva le manifestazioni culturali, l'editoria e la creazione artistica.

Segue la realizzazione di progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione europea e dagli organi statali (atti di donazione)  di sua competenza ed assicura i presupposti tecnici e di personale per la loro preparazione e realizzazione.

Articolo 11

L'Assessorato alla sanità e la previdenza sociale segue lo stato e propone le misure per garantire le condizioni per la tutela, la conservazione e il miglioramento della salute della popolazione, nonché l'organizzazione e l'attuazione della tutela sanitaria sul territorio della Regione Istriana:

garantisce la realizzazione della rete del servizio pubblico sanitario, coordina l'attività di tutte le persone giuridiche e fisiche che svolgono l'attività sanitaria sul territorio della Regione, garantisce i lavori preparatori per le concessioni per lo svolgimento del servizio pubblico sanitario, elabora e propone strategie di sviluppo -  il piano della tutela sanitaria, come pure i piani annuali e triennali di promozione della salute, della prevenzione e dell'individuazione tempestiva delle malattie. Garantisce i mezzi per l'attuazione dell'attività in materia di sanità pubblica e l'attuazione delle misure di ecologia sanitaria. Organizza l'attività del servizio necroscopico. Svolge mansioni e incarichi inerenti i diritti di costituzione delle istituzioni sanitarie e propone misure per una buona amministrazione di queste istituzioni, avverte tempestivamente il Presidente della Regione e l'Assemblea sulle irregolarità e illegittimità, il tutto al fine di abilitare le istituzioni a svolgere le funzioni per le quali sono state istituite.

Nel campo della previdenza sociale l'Assessorato partecipa all'organizzazione, la conformazione e il miglioramento dell'attività legata alla previdenza sociale, assicura i mezzi necessari allo svolgimento delle mansioni come pure per pagare le spese di riscaldamento, prescrive il registro e uniforma i rapporti sugli altri diritti provenienti dalla previdenza sociale  che le unità d'autogoverno locale prescrivono con i loro atti, svolge le mansioni legate ai diritti di costituzione sulle case per anziani e disabili il cui fondatore è la Regione Istriana. Rilascia le autorizzazioni per l'istituzione delle case per anziani e disabili nella Rete delle case della previdenza sociale, svolge il procedimento amministrativo ed emana il provvedimento con il quale viene stabilito che sono state soddisfatte le condizioni in materia di spazi, attrezzatura, dipendenti professionali e altri, le condizioni sanitarie ed ecologiche e che gli atti generali della casa sono conformi alla Legge sulla previdenza sociale e le prescrizioni particolari; svolge altre mansioni conformemente alla legge, alle delibere dell'Assemblea e del Presidente della Regione.

Garantisce la pubblicità del lavoro e la partecipazione del settore civile ai processi di pianificazione, organizzazione e valutazione delle forme di tutela sanitaria e sociale. 

Segue la realizzazione dei progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione.

Articolo 12

L'Assessorato alla comunità nazionale italiana e gli altri gruppi etnici stimola lo sviluppo dei diritti minoritari a livello normativo-legislativo e segue continuamente l'applicazione pratica delle relative prescrizioni, in particolare per quel che concerne l'uso ufficiale della lingua minoritaria nell'ambito dell'autogoverno e la realizzazione dei principi di rappresentanza uniforme degli appartenenti alle minoranze negli organi rappresentativi, esecutivi e amministrativi delle unità d'autogoverno locale, garantisce le condizioni materiali, di spazio e altre indispensabili per l'organizzazione, il consolidamento e lo sviluppo delle attività programmatiche delle associazioni delle minoranze nazionali di livello regionale, instaura un sistema efficace di autogoverno minoritario, dopo aver costituito sette consigli delle minoranze nazionali a livello regionale, sostiene la regolare attività programmatica dell'Unione Italiana, come pure delle istituzioni e organizzazioni operanti nel sistema dell'Unione Italiana, conformemente alle disposizioni dello Statuto e alle possibilità del bilancio della Regione Istriana, risolve le istanze dei cittadini relative alla problematica del rispetto degli elementari diritti umani e minoritari.

Segue la realizzazione dei progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione.

Articolo 13

L'Assessorato al bilancio e le finanze svolge le mansioni di assetto e organizzazione del sistema del bilancio e della contabilità della Regione Istriana, pianifica le entrate e gli introiti, nonché le uscite e le spese, conformemente alla regolamentazione legislativa e alle direttrici ricevute. Gestisce l'attività finanziaria, svolge mansioni finanziarie e di contabilità, procedimenti legati all'indebitamento del bilancio e prepara le proposte per il rilascio dell'approvazione per l'indebitamento degli utenti del bilancio. Svolge le mansioni di gestione delle evidenze contabili prescritte, segue la riscossione delle entrate dal bilancio, svolge il controllo della documentazione finanziaria ricevuta,  svolge il calcolo degli stipendi e dei compensi e svolge mansioni relative al movimento dei pagamenti, segue lo stato degli obblighi e dell'esecuzione del debito pubblico, segue la realizzazione dei progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione), organizza l'elenco dei beni(inventario), ed aggiorna lo stato patrimoniale e i crediti . Nelle mansioni legate alla definizione e la riscossione delle tasse e delle proprie entrate, svolge le mansioni di definizione e riscossione delle proprie tasse regionali, la definizione e la riscossione delle tasse per le unità d'autogoverno locale e cura i procedimenti di riscossione coatta delle imposte.

Realizza le bozze dei documenti del bilancio per l'organo esecutivo e rappresentativo e i rapporti stabiliti dalla legge sull'attuazione del bilancio di cui informa anche le istituzioni competenti (Ministero delle finanze, Ufficio statale per la revisione, Agenzia finanziaria).

Articolo 14

L'Assessorato all'autogoverno locale e territoriale (regionale) svolge le mansioni di promozione dello sviluppo dell'autogoverno locale e territoriale (regionale), segue l'attuazione delle norme positive della Repubblica di Croazia e garantisce una prassi unica delle prescrizioni rilevanti per lo svolgimento delle mansioni di competenza della Regione e delle unità d'autogoverno locale nella Regione Istriana, come pure le prescrizioni generali emanate da parte dell'organo rappresentativo della Regione Istriana, offre assistenza legale alle unità d'autogoverno locale e agli organi amministrativi e servizi della Regione Istriana e dà loro i consigli e o pareri nelle questioni riguardanti le competenze dell'autogoverno territoriale (regionale) o locale, organizza e svolge corsi di formazione per i dipendenti dell'autogoverno locale sul territorio della Regione, delibera sulle questioni amministrative di primo grado, conformemente a norme particolari , e in secondo grado nel procedimento amministrativo delibera sui ricorsi presentati sui provvedimenti amministrativi emanati dagli organi amministrativi delle unità d'autogoverno locale sul territorio della Regione Istriana nel campo delle loro competenze d'autogoverno – nell'ambito dell'economia comunale, della previdenza sociale, delle imposte locali e in altri campi, conformemente a norme particolari. Candida e segue la realizzazione di progetti cofinanziati da parte dei fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione.

L'Assessorato svolge le mansioni che si riferiscono all'instaurazione di una prassi unica nell'applicazione della legge e di altre prescrizioni nelle unità d'autogoverno locale nella Regione Istriana, dà le direttrici per rafforzare il ruolo coordinativo della Regione nello svolgimento delle mansioni e nell'attuazione delle prescrizioni emanate da parte dell'organo rappresentativo della Regione Istriana, il rafforzamento della collaborazione reciproca e il collegamento delle unità d'autogoverno locale nella Regione.

L'Assessorato prepara e realizza le attività legate alla realizzazione delle analisi e delle basi per la preparazione delle proposte per una maggiore decentralizzazione (regionalizzazione), il rafforzamento dell'indipendenza e della responsabilità dell'autogoverno locale, inclusa anche la preparazione delle proposte di modifica delle leggi e delle prescrizioni legate a ciò e attua le attività inerenti la stesura di proposte che semplifichino le norme, al fine di ridurre gli ostacoli amministrativi e altri nello sviluppo dell'autogoverno locale e nell'incentivazione dell'imprenditoria e dello sviluppo regionale.

Oltre ai lavori e ai compiti menzionati, l'Assessorato svolge mansioni di protocollo dei documenti per gli organi amministrativi e i servizi della Regione, ed altre mansioni generali, ausiliarie e tecniche, assicura il sistema di gestione dell'organizzazione interna della Regione Istriana, svolge l'acquisto pubblico per le spese comuni ed assicura la rappresentanza della Regione Istriana. 

Articolo 15

L'Assessorato al turismo segue e coordina le attività inerenti l'attuazione del Master plan dello sviluppo del turismo dell'Istria, indirizza le attività sull'elaborazione del Sistema d'incentivazione della qualità, assicura lo svolgimento regolare di tutti gli obblighi finanziari nei confronti delle banche, come pure il  monitoraggio degli investimenti presso i beneficiari del credito la visita e il monitoraggio dei soggetti esistenti in tutte le forme di progetti turistici di sviluppo, l'appoggio logistico e la formazione dei soggetti interessati nei programmi di sviluppo, la visita a soggetti potenzialmente nuovi, il ruolo consultivo, promuove progetti turistici di sviluppo (fiere, conferenze stampa, presentazioni, internet,  e-mailing), segue i giornalisti nostrani ed esteri nella realizzazione di reportage sui progetti turistici di sviluppo dell'Istria, svolge cambiamenti organizzativi per conformare il processo di lavoro alle disposizioni legislative vigenti, informa l'Assemblea regionale, gli organi di governo competenti e il pubblico, sulla situazione nel settore, ed offre un'assistenza consultiva e di comunicazione (orizzontale e verticale). Candida e segue la realizzazione di progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione.

Articolo 16

L'Assessorato all'economia svolge le mansioni rientranti nel campo dello sviluppo regionale consistenti nell'elaborazione di documenti strategici, la collaborazione con gli organi dell'amministrazione statale, le camere, i comuni e le città, le regioni e gli altri soggetti e la realizzazione dei programmi e dei progetti della politica di sviluppo regionale, conformemente alle politiche nazionali ed europee di sviluppo regionale.

Prepara la concezione e la strategia dello sviluppo economico, le condizioni per l'attività del mercato, segue i movimenti economici correnti, le riserve merceologiche, agisce in direzione di uno sviluppo economico equilibrato di tutte le zone della Regione, in particolare di quelle arretrate dal punto di vista dello sviluppo economico.

Svolge i lavori relativi al campo dell'energia, segue l'elaborazione dei documenti strategici a livello della Repubblica di Croazia, la collaborazione con gli organi competenti e coordina la realizzazione di programmi e progetti di politica energetica regionale, conformemente alle politiche nazionali ed europee nel campo dell'energia.

Segue in particolare la situazione e intraprende le attività mirate alla realizzazione delle condizioni per lo sviluppo delle branche industriali dominanti, lo sviluppo dell'imprenditoria, gli investimenti rilevanti per la Regione, l'assicurazione delle condizioni per gli investimenti dei partner stranieri e i rapporti economici con i partner stranieri, candida e segue la realizzazione dei progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione, segue la situazione e realizza le condizioni per lo sviluppo delle società commerciali di proprietà e comproprietà della Regione, di competenza dell'Assessorato.

Analizza le condizioni e le questioni attuali nelle singole attività economiche e altre questioni inerenti la politica economica, raccoglie dati, realizza analisi, propone misure, progetti di partenariato pubblico-privato e altro.

Partecipa all'organizzazione di manifestazioni e promozioni professionali ed economiche e mostre di organizzazioni professionali, associazioni d' innovatori e soggetti economici. 

Articolo 17

L'Assessorato alla cooperazione internazionale e le integrazioni europee svolge le mansioni legate alla collaborazione bilaterale e ad altri tipi di collaborazione fra la Regione Istriana e le regioni all'estero, prepara i protocolli di collaborazione e mantiene la collaborazione con le regioni con le quali la Regione Istriana ha firmato i protocolli di collaborazione, svolge mansioni legate all'adesione ad organizzazioni internazionali, come pure le attività realizzate grazie all'adesione alle organizzazioni internazionali, mentre nell'ambito delle integrazioni europee svolge attività d'informazione e formazione dei cittadini, del settore civile, dell'economia e del settore pubblico, sui processi delle integrazioni europee, collabora alla preparazione e all'implementazione di progetti internazionali, coordina gli affari e segue il lavoro degli altri organi amministrativi nella preparazione e implementazione di progetti, candida e segue la realizzazione di progetti cofinanziati da parte dei fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione, svolge mansioni legate alla partecipazione ai programmi europei, coordina l'attività dell'Ufficio della Regione Istriana a Bruxelles, svolge le attività di collaborazione con gli emigrati istriani, pubblica un bollettino informativo sulle attività di cooperazione internazionale, partecipa all'organizzazione di incontri professionali, promuove i valori europei ed organizza mostre e promozioni di progetti finanziati dai mezzi e dalle donazioni europee e svolge altre mansioni stabilite dalla legge, da una delibera dell'Assemblea regionale o da un ordine del Presidente della Regione.

Articolo 18

L'Assessorato all'assetto territoriale e l'edilizia svolge mansioni professionali che riguardano l'assetto territoriale e l'edilizia, in particolare le procedure di rilascio dei documenti inerenti l'assetto territoriale, gli estratti dei documenti, i certificati sullo status delle particelle, le procedure di rilascio dei certificati relativi agli atti di suddivisione in lotti del terreno edificabile, il rilascio dei permessi d'ubicazione, permette ai cittadini una visione diretta dei documenti d'assetto territoriale e altro.

Articolo 19

La Segreteria dell'Assemblea svolge mansioni professionali, legali, amministrative,   consultive e protocollari per le necessità dell'Assemblea e degli altri organi, in particolare: svolge le attività di stesura degli atti normativi che regolano il funzionamento dell'organo rappresentativo, degli organi amministrativi e degli altri organi della Regione, svolge le mansioni d'organizzazione del lavoro dell'Assemblea regionale, dei suoi organi di lavoro permanenti, svolge attività professionali e amministrative per le necessità del presidente dell'Assemblea, dei vicepresidenti, della Presidenza dell'Assemblea, del Collegio interpartitico, dei Club dei consiglieri, degli organi di lavoro permanenti dell'organo rappresentativo, della Commissione per le calamità naturali, del Consiglio dei giovani e dei consiglieri dell'Assemblea regionale e dell'organo esecutivo, del Presidente della Regione, del collegio degli assessori e altro. Nell'ambito delle sue competenze, elabora il piano d'assunzione, redige atti amministrativi singoli e altri atti inerenti  il diritto del lavoro per tutti i funzionari, gli impiegati e incaricati della Regione e si occupa di un'appropriata gestione delle risorse umane, redige l'evidenza degli impiegati e dei funzionari negli organi amministrativi ed altre attività rientranti nel campo del lavoro e dell'occupazione, si occupa del perfezionamento professionale dei dipendenti, elabora il disegno del Piano di formazione dei dipendenti, svolge affari professionali e amministrativi per la Commissione per l'attuazione della strategia e la pianificazione dell'abilitazione permanente e del perfezionamento dei dipendenti. Svolge mansioni professionali, legali e amministrative per il Tribunale per il personale impiegatizio della Regione Istriana, persone autorizzate rappresentano la Regione Istriana presso i tribunali, avvia la procedura di nomina dei giudici d'assise dei tribunali comunali e di quello regionale e commerciale. Candida e segue la realizzazione dei progetti cofinanziati dai fondi dell'Unione Europea e degli organi statali (atti di donazione) nell'ambito delle proprie competenze e garantisce i presupposti finanziari, tecnici e in materia di quadri per la loro preparazione e realizzazione.

Svolge mansioni giuridiche e dà pareri legali per le necessità degli organi amministrativi, come le attività legate alla costituzione e alla cessazione dell'attività delle società commerciali ed istituzioni, l'acquisizione e la vendita delle quote nelle società commerciali e altro.

Articolo 20

Il Servizio di revisione interna è parte di un sistema onnicomprensivo di controllo finanziario interno nel settore pubblico, è indipendente e rappresenta un'attività obiettiva con cui vengono dati pareri professionali e consigli per un efficace processo di gestione dei rischi, dei controlli e dell'amministrazione. La revisione interna comprende delle fasi di valutazione dei rischi, la pianificazione, la revisione, la stesura di rapporti e il controllo dell'attuazione delle raccomandazioni date e viene svolta attraverso la revisione del sistema, della conformazione, dell'efficacia dell'attività, della revisione finanziaria e della revisione del sistema IT.

Articolo 21

Il Gabinetto del Presidente della Regione svolge mansioni professionali, consultive, protocollari e legali per le necessità del Presidente della Regione e dei Vicepresidenti della Regione, organizza le attività legate ai ricevimenti protocollari e le solennità, svolge mansioni relative all'informazione, alle pubbliche relazioni e le attività pubblicitarie, svolge mansioni che sono in funzione della realizzazione della collaborazione degli organi della Regione con gli organi dell'amministrazione statale, con gli organi delle unità d'autogoverno locale e territoriale (regionale), le istituzioni e le associazioni, organizza il coordinamento con le città e i comuni per conformare e regolare le questioni d'interesse comune per lo sviluppo della Regione, elabora gli atti e i contratti per le necessità del Presidente della Regione, svolge mansioni nell'ambito dello sviluppo informatico per le necessità della Regione; al fine di sviluppare la società civile promuove e appoggia il lavoro di tutte le forme di associazione dei cittadini, considera le istanze e i ricorsi dei cittadini sul lavoro degli organi amministrativi della Regione e propone le misure per rimediare alle irregolarità stabilite, svolge delle mansioni consultive, professionali e analitiche di preparazione e sintesi dei dati necessari per interpretare i movimenti economici, propone le misure di sviluppo, promozione e miglioramento sistematico dell'economia, svolge mansioni consultive, professionali e analitiche di preparazione e sintesi dei dati necessari per interpretare i movimenti sociali, propone le misure di sviluppo, la promozione e il miglioramento sistematico dell'istruzione, della sanità e della politica sociale, della cultura, dello sport e altro.

III  GESTIONE DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI

Articolo 22

Gli assessorati e il Gabinetto del Presidente della Regione vengono gestiti dagli assessori, mentre la Segreteria dell'Assemblea viene gestita dal segretario: essi vengono nominati dal Presidente della Regione, in base ad un concorso pubblico.

Il responsabile dell'organo amministrativo risponde personalmente circa la conformità alla legge, la regolarità e la tempestività del lavoro dell'organo amministrativo da lui gestito, come pure dell'attuazione dei compiti e delle mansioni di sua competenza. 

Articolo 23

Il responsabile dell'organo amministrativo organizza lo svolgimento delle attività, impartisce ai dipendenti le istruzioni inerenti lo svolgimento dei lavori, si occupa dell'abilitazione professionale e del relativo perfezionamento dei funzionari e impiegati nel corso del loro servizio, garantisce il funzionamento dell'organo amministrativo e svolge anche altre mansioni stabilite dalla legge e dallo Statuto. 

Articolo 24

Il responsabile dell'organo amministrativo è tenuto ad informare l'Assemblea regionale e il Presidente della Regione sulla situazione nell'organo amministrativo e sul lavoro dell'organo amministrativo da lui gestito. 

Articolo 25

Nello svolgimento delle sue mansioni, il responsabile dell'organo amministrativo ha i diritti e i doveri stabiliti dalla legge e dalle altre prescrizioni, nonché dallo Statuto della Regione Istriana.

Il Presidente della Regione indirizza e coordina il lavoro degli organi amministrativi.

Il Presidente della Regione delibera sull'esonero del responsabile dell'organo amministrativo nel procedimento amministrativo. 

IV  ORDINAMENTO INTERNO DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI

Articolo 26

Il Regolamento sull'ordine interno, emanato dal Presidente della Regione su proposta dell'assessore dell'organo amministrativo, stabilisce le modalità lavorative e deliberative, l'organizzazione interna, il numero dei dipendenti necessari per lo svolgimento delle attività inerenti l'ambito di competenza dell'organo amministrativo con la descrizione dei lavori e i requisiti professionali richiesti.

V  GLI IMPIEGATI E I FUNZIONARI NEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI

Articolo 27

Gli organi amministrativi assumono gli impiegati e i funzionari secondo le modalità e le condizioni prescritte dalle leggi e dalle altre norme.

L'impiegato, ovvero il funzionario, può essere disposto soltanto sul posto di lavoro prescritto dal Regolamento sull'ordine interno dell'organo amministrativo, per il quale soddisfa le condizioni stabilite dallo stesso. 

Articolo 28

Gli impiegati e i funzionari hanno i diritti e i doveri stabiliti dalla legge e dalle altre prescrizioni.

Gli impiegati e i funzionari negli organi amministrativi, rispondono del loro lavoro nei casi e secondo le procedure stabiliti dalla legge e dalle altre prescrizioni, nonché dagli atti generali. 

VI  I MEZZI PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITÀ

Articolo 29

I mezzi per gli stipendi e le spese materiali degli impiegati e dei funzionari negli organi amministrativi, vengono previsti nel Bilancio della Regione Istriana, in base al programma di lavoro annuale dell'organo amministrativo. 

Articolo 30

Una delibera a parte stabilisce gli stipendi degli impiegati e dei funzionari negli organi amministrativi. 

VII  DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI 

Articolo 31

Il Presidente della Regione nominerà i funzionari che svolgeranno provvisoriamente le mansioni di assessori dell'Assessorato all'economia e dell'Assessorato per la cooperazione internazionale e le integrazioni europee fino alla nomina degli assessori in base ad un concorso pubblico.

Articolo 32

I responsabili dell'Assessorato all'economia e dell'Assessorato alla cooperazione internazionale e le integrazioni europee proporranno al Presidente della Regione Istriana l'emanazione del Regolamento sull'ordine interno dell'organo amministrativo entro 30 giorni dal giorno dell'entrata in vigore di questa Delibera.

Fino all'emanazione del Regolamento sull'ordine interno dell'organo amministrativo di cui al comma 2 gli impiegati e i funzionari continueranno a svolgere le mansioni e i compiti relativi ai posti di lavoro ai quali erano stati assegnati fino all'assunzione ed i lavori e i compiti di lavoro su ordine dei responsabili degli organi amministrativi nei quali sono stati ammessi e realizzano il diritto allo stipendio secondo i provvedimenti attualmente vigenti sull'assegnazione del posto di lavoro.

Conformemente ai Regolamenti sull'ordine interno dell'assessorato di cui al comma 2, gli impiegati e i funzionari acquisiti dagli organi dell'amministrazione di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo che non saranno disposti sui posti di lavoro, per mancanza di posti di lavoro liberi o perché non soddisfano le condizioni professionali e di altro genere per essere disposti sui detti posti di lavoro, vengono messi a disposizione del Presidente della Regione, in relazione agli articoli 102 fino al 109 della Legge sugli impiegati  e i funzionari nell'autogoverno locale e territoriale (regionale) ("Gazzetta ufficiale", n. 86/08).

Articolo 33

Il giorno d'entrata in vigore della presente Delibera viene meno la Delibera sull'assetto degli organi amministrativi della Regione Istriana ("Bollettino ufficiale della Regione Istriana", numeri 18/05, 13/07 e 8/08). 

Articolo 34

La presente Delibera entra in vigore l'ottavo giorno della sua pubblicazione sul "Bollettino ufficiale della Regione Istriana". 

CLASSE: 023-01/09-01/30
SIGLA AMM.: 2163/1-01/4-09-5
Pisino, 9 novembre 2009

ASSEMBLEA REGIONALE DELLA REGIONE ISTRIANA
Il Presidente

f-to Dino Kozlevac