Iniziativa per l'organizzazione del sistema

La Regione Istriana ha commissionato l'attuazione di un Elaborato sull’organizzazione della costruzione e della manutenzione del sistema di smaltimento e depurazione delle acque nere per i piccoli centri abitati compresi nelle zone di tutela delle acque nella Regione Istriana. Il coinvestitore dell'Elaborato era l'ente "Hrvatske vode" (Acque croate).  

Alla IX seduta del Comitato di sorveglianza dell'Acquedotto di Bottonega S.p.A. ("VSI-Vodovod Butoniga" d.o.o.) del 9 aprile 2001, considerando la proposta del Piano di compimento dei lavori di costruzione della prima fase dell'Acquedotto di Bottonega è stato concluso che "S'impegna la Direzione della Società di effettuare, in collaborazione con la Regione Istriana e le Hrvatske vode (Acque croate) una proposta di organizzazione e mantenimento dell'esistente team professionale operante in seno all'Acquedotto per l'espletamento delle mansioni inerenti allo sviluppo del rifornimento idrico, della tutela delle acque, dello smaltimento e della depurazione delle acque sul territorio della Regione Istriana. " 

L'Assessorato all'assetto territoriale, l'edilizia e la tutela ambientale della Regione Istriana ha inoltrato una lettera all'Acquedotto di Bottonega, S.p.A. Pinguente ("VSI – Vodovod Butoniga" d.o.o. Buzet) nella quale si richiede la realizzazione e la presentazione di una Proposta quadro di organizzazione del sistema secondo i parametri basilari regislativi, tecnichi e finanziari, tenendo conto, sia della costruzione del sistema che della sua manutenzione. 

In base a queste iniziative,  gli esperti dell'Acquedotto di Bottonega hanno iniziato a studiare ed esaminare l'Elaborato, le disposizioni di legge,   le possibili fonti di finanziamento ed hanno steso un modello con il quale propongono che il progetto denominato  "SISTEMA DI SMALTIMENTO PUBBLICO E TUTELA DELLE ACQUE NELLA REGIONE ISTRIANA venga organizzato ed effettuato tramite una società commerciale– Società a Responsabilità Limitata. 

Una tale proposta è in armonia con la Legge sulla gestione dei servizi pubblici e la delibera dell'Assemblea dell'Acquedotto di Bottonega (VSI – Vodovod Butoniga d.o.o.) 

Il compito di questa nuova Società sarebbe quello di costruire e mantenere il sistema di smaltimento finalizzato a tutelare l'ambiente, e in primo luogo l'acqua potabile quale bene comune e base per uno sviluppo sociale ed economico.