10.10.19. u 15:47

È in fase di costruzione il sistema d'irrigazione Červar-Porat-Bašarinka e 78 agricoltori hanno già firmato il contratto preliminare

I rappresentanti delle Hrvatske vode, della Regione Istriana e della Città di Poreč-Parenzo assieme ad alcuni ospiti della Baviera hanno verificato l'andamento dei lavori di costruzione del sistema d'irrigazione pubblica Červar-Porat-Bašarinka, il tutto nell'ambito del 24-mo Simposio croato-bavarese sull'economia idrica. Il sistema è stato presentato in precedenza agli ospiti durante un incontro di lavoro nella Piccola sala del Consiglio della Città di Parenzo.

Come ha detto durante il giro con i giornalisti l'Assessore regionale all'agricoltura Ezio Pinzan si tratta di un punto in cui ci sarà un'accumulazione dalla quale si irrigherà l'intero sistema di quest'area, della superficie complessiva di 550 ettari. I lavori comprendono la costruzione di un'accumulazione della superficie di 16 ettari e del volume complessivo di un po' meno di un milione di metri cubi di acqua e di una profondità di 4 metri.

- L'idea esiste da oltre dieci anni, c'è un piano nazionale del sistema d'irrigazione, abbiamo il sistema d'irrigazione regionale e questo è il sistema al quale si è lavorato per molti anni di ricerca. Successivamente sono stati svolti tutti gli studi e le progettazioni, le licenze edili e nell'aprile di quest'anno sono iniziati i lavori. È stato pianificato di effettuare in tre anni, fino al 2021, tutti i lavori fino alla fine – ha dichiarato l'Assessore Pinzan.

L'Assessore ha chiarito che si irrigheranno le superfici comprese in questo progetto e al momento si tratta delle massime superfici di uliveti e vigneti, ma anche di altre superfici impiegate per la produzione di verdura e di colture annuali. Tutte le superfici che si irrigheranno sono già note e la quantità di acqua erogata dipenderà dall'interesse degli agricoltori che stanno già coltivando le loro superfici agricole e i loro fabbisogni d'acqua.

- Qui abbiamo attualmente 78 utenti che hanno firmato un contratto preliminare e quando il sistema sarà costruito, riceveranno un contratto e l'opportunità di usare l'acqua. Per poter candidare il progetto era necessario avere almeno 200 ettari di superficie e che oltre il 70% degli utenti firmino, nel luogo in cui si costruisce il sistema, un contratto preliminare – ha dichiarato l'Assessore. Le condizioni d'uso dell'acqua saranno tali che ogni utente riceverà un allacciamento fino alla sua superficie agricola, mentre dovrà da solo costruire il sistema d'irrigazione. A questo proposito hanno a disposizione i fondi dell'Unione Europea e del Ministero dell'agricoltura dove potranno candidare la costruzione del sistema sulla sua superficie. Quando saranno pronti per la consegna, avranno l'allacciamento e il contatore. L'acqua così si potrà usare e pagare ai prezzi più vantaggiosi possibili e disponibile continuamente, in ogni momento. Si tratta dell'acqua che proviene dai sistemi di approvvigionamento idrico di Gradole e Sveti Ivan. L'accumulazione si allaccerà a un grande tubo di rifornimenti idrico che rifornisce con acqua potabile la Città di Parenzo anche nel corso del periodo invernale quando c'è molta acqua, l'accumulazione si colmerà per essere consumata nei mesi estivi. Così, invece di finire in mare, l'eccesso d'acqua sarà usato per l'irrigazione.

Al momento nel luogo dei lavori è stato bonificato lo strato di vegetazione che ricopriva la superficie e lo strato superficiale di humus ed è previsto lo scavo dell'accumulazione, mentre il materiale scavato sarà usato per costruire un terrapieno lungo oltre 1.200 metri dopo di che l'accumulazione assumerà una forma naturale e quando sarà scavata per intero, su tutta la sua superficie sarà collocato uno strato impermeabile che consentirà all'acqua di accumularsi e saranno installate delle tubature che saranno poi allacciate al sistema di rifornimento idrico.

Il Sindaco di Parenzo Loris Peršurić ha espresso il suo contento per questo progetto.

- Il responsabile di questo progetto è l'ente Hrvatske vode, tramite la Regione Istriana e noi come Città negli ultimi 10 anni abbiamo finanziato l'intera documentazione progettuale del valore di 1.200.000 kune. Abbiamo preparato tutto il necessario per candidare il progetto ai fondi UE e abbiamo ricevuto un finanziamento del 100% del'UE, pari a quasi 110 milioni di kune di finanziamento. La Città di Parenzo aiuta l'economia e le Aziende agricole a condizione familiare e gli artigiani, entro i limiti delle proprie possibilità. Solo quest'area ha circa un'ottantina di piccoli agricoltori. Con questo progetto, oltre all'aumento della produzione, si apriranno anche nuovi posti di lavoro nell'agricoltura, si offriranno prodotti freschi ai consumatori e a chilometro zero creando una nuova economia stabile che offrirà prodotti locali e freschi, ha dichiarato il Sindaco Peršurić.