05.12.19. u 11:11

Ricevimento per il Console generale d'Italia a Fiume a fine mandato

Il Vicepresidente f.f. il Presidente della Regione Fabrizio Radin e il Presidente dell'Assemblea della Regione Istriana Valter Drandić, hanno ieri organizzato un ricevimento peri l Console generale d'Italia a Fiume Paolo Palminteri, in occasione della scadenza del suo mandato. Al ricevimento erano presenti anche la Vicepresidente della Regione Giuseppina Rajko e l'assistente segretaria dell'Assemblea Melita Ferenčić.

Il Presidente Radin ha ringraziato il console Palminteri per la collaborazione augurandogli tanto successo nella sua futura carriera diplomatica che continuerà in Egitto.

„Spero che i quattro anni trascorsi in Croazia rimarranno un bel ricordo. Dinanzi a Lei ci sono nuove sfide e Le auguro tanto successo e fortuna. Sono sicuro che informerà il suo successore su tutte le specificità dell'Istria, come pure sul modo in cui funziona la Regione Istriana che dall'1 gennaio rileverà le mansioni dell'Ufficio all'amministrazione statale“, ha precisato il Presidente Radin concludendo che la collaborazione e l'amicizia con il Consolato generale a Fiume continuerà anche in futuro.

Il Console generale Palminteri ha sottolineato che oltre al saluto formale, desidera ringraziare tutti quelli che nel corso del suo mandato erano disposti a collaborare.

„Quattro anni sono passati molto in fretta e tutto è andato bene. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i sindaci dell'Istria e le altre istituzioni che ho conosciuto e con le quali ho avuto occasione di collaborare“, ha dichiarato Palminteri esprimendo inoltre l'intenzione di tornare sicuramente come turista.

Il Presidente dell'Assemblea Drandić ha ringraziato per la collaborazione e il rapporto di amicizia. Come ha precisato, il compito principale della politica è quello di creare legami fra le persone, coltivare i buoni rapporti e costruire ponti di collaborazione. In conclusione ha espresso l'auspicio che le esperienze avute in Istria saranno utili al signor Palminteri nel suo futuro lavoro.