Strategia culturale Istriana per il periodo 2014 - 2020


Strategia culturale istriana

Il 8 aprile 2011 si è tenuto a Pola il 3° Convegno di cultura in Istria. Il terzo Convegno di cultura è stato dedicato alla valutazione della Strategia culturale istriana, formatasi in base ad un determinato numero di input. La piattaforma del dibattito sono state le relazioni dei gruppi di lavoro (gli stessi che avevano partecipato alla creazione della Strategia), nonché dei membri dei consigli culturali della Regione Istriana. I presidenti dei gruppi di lavoro hanno presentato l'implemento della Strategia negli ultimi due anni ed in seguito al dibattito sono state emanate le seguenti conclusioni

La Regione Istriana nominerà  un organo di lavoro che proporrà  un piano operativo per l'attuazione della Strategia nei prossimi tre anni, controllandone il provvedimento e informando poi il prossimo Convegno di cultura. 

Verrà  messa in funzione l'Agenzia culturale istriana, la quale coordinerà  la collaborazione internazionale con quella intersettoriale, in special modo quella dei settori turismo, cultura e pianificazione territoriale. L'Agenzia inoltre fornirà  servizi per la candidatura di progetti ai fondi dell'Unione Europea e attuerà  i progetti culturali capitali. Presso l'Agenzia verrà  istituito un fondo per la preparazione dei progetti europei e un fondo di garanzia (per i progetti che non otterranno i fondi di preadesione da parte dell'Unione Europea). 

Si creerà  il Prodotto istriano di cultura, formato da un mosaico di diverse produzioni che rifletteranno la specificità  culturale della penisola. 

Il servizio informatico Kulturista verrà  rafforzato con nuovi quadri e ulteriori mezzi finanziari, affinché possa rispondere meglio a nuove richieste di finanziamento e alle domande su fondi europei, altri concorsi, possibilità  di specializzazione e formazione, marketing e digitalizzazione del patrimonio culturale. Il servizio creerà  un database sulle risorse umane nel settore cultura del territorio istriano. La collaborazione con il servizio informatico sarà  uno dei criteri per l'assegnazione dei mezzi di bilancio della Regione Istriana. 

La valutazione dei consigli culturali verra aggiornata con un preciso sistema di punteggio in base a chiari criteri. Nel punteggio la priorità  verra' data alla produzione culturale, alla messa in rete, alle partnership, alla collaborazione della cultura istituzionale con quella non istituzionale e a progetti finanziati dai fondi EU. 

Il Convegno di cultura istriano fa appello alle città  e comuni di portare quanto prima la propria strategia culturale con rifermento alla SCI.

Tali conclusioni sono il risultato delle relazioni presentate e del dibattito, e rappresentano la correzione del documento di strategia. In esse si ripete l'impegno e la volontà  degli operatori culturali dell'Istria di definire le priorità  dello sviluppo culturale che in definitiva renderanno migliore la qualità  e la disponibilità  dell'offerta culturale per gli abitanti dell'Istria, e consentirà  agli operatori culturali migliori condizioni di lavoro.  

4. Convegno di cultura


3. Convegno di cultura